Zona Brancadoro a secco: anche la terza asta deserta

Zona Brancadoro a San Benedetto del Tronto

Il prossimo tentativo di vendita si svolgerà il 22 settembre, con il prezzo base ridotto del 25%

Non si vende zona Brancadoro. Non si vende all’asta. Nessuna offerta è stata presentata al Tribunale di Ascoli Piceno. Si tratta di un’area di quasi 200mila metri quadri, situata tra lo stadio Riviera delle Palme, l’Ipsia e Villa Brancadoro, a San Benedetto del Tronto.

La prima asta si era svolta il 2 dicembre 2021: si partiva da un’offerta minima di quattro milioni e mezzo. La seconda il 3 marzo, con offerta minima di tre milioni e 600mila. Oggi, giovedì 26 maggio, si è svolta la terza asta, con l’offerta minima a 2 milioni 884mila e 800 euro. Ed anche questa volta asta deserta. Il quarto tentativo di vendita è stato fissato al 22 settembre 2022, con l’ulteriore diminunzione del prezzo base del 25%.

Da trent’anni le amministrazioni comunali prevedono di realizzare nell’area la cittadella dello sport. Il lotto è poco appetibile agli investitori, poiché non si possono costruire appartamenti né strutture commerciali. Sul Piano regolatore 173mila e 929 metri quadri sono destinati ad attrezzature sportive, 5mila e 867 metri quadri a spazi di rispetto fluviale per il torrente Acquachiara, 500 metri quadri per la viabilità, 5mila e 130 metri quadri parcheggi per il quartiere, 9mila 470 attrezzature tecnico-distributive, 3mila metri quadri per la Protezione civile e l’ordine pubblico.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana