Vuelle Pesaro e il debutto casalingo: “Servirà intensità”

BASKET – Le parole di Luca Pentucci e Leonardo Totè

Domani sera c’è il debutto casalingo della Carpegna Prosciutto Pesaro, contro la Umana Reyer Venezia. Si affrontano, alle 21 alla Vitrifrigo Arena e su Eleven Sports, due formazioni reduci entrambe dalla vittoria dell’esordio.

“Venezia è solida, profonda e ha fatto un mercato importante. Si candida seriamente a essere la terza forza del campionato dietro alle superpotenze Milano e Bologna. Offensivamente la Reyer è molto equilibrata, usa situazioni sia vicino che fronte a canestro con la stessa efficacia. Difensivamente è un team molto tattico, che utilizza zona, pressione a tutto campo, difesa sui pick and roll. Ha confermato l’ossatura dell’anno scorso e ha aggiunto uomini con esperienza di Eurolega e nazionali azzurri. Dovremo essere pronti, preparati e non fermarci. Vogliamo giocare in velocità e non farli schierare, nella prima in casa servirà alta intensità per fare in modo che il pubblico ci venga dietro, così da regalare un bello spettacolo”. Ha commentato così l’assistant coach della Vuelle, Luca Pentucci. “Tutto partirà dalla difesa, occorrerà una gara fisica, loro hanno taglia grossa soprattutto sotto canestro e noi dovremo correre: è la nostra forza più grande. I tifosi sono sempre rimasti nel mio cuore, non vedo l’ora di tornare al palas ed entusiasmarli” assicura invece il pivot della Carpegna Prosciutto Leonardo Totè.

Per coach De Raffaele è l’ottavo anno alla guida della Reyer: “Affrontiamo Pesaro: una squadra secondo me con molto equilibrio e qualità, soprattutto perché può contare su un nucleo di italiani di livello e questo può essere un elemento importante per la stagione, più stranieri come Rahkman e Kravic, che sono giocatori, in aggiunta a Charalampopoulos o Delfino. Pesaro sta giocando molto bene, una bella pallacanestro, come dimostra la vittoria di Trieste, e sarà per lei anche l’esordio in casa – le parole del tecnico della Reyer -. Ci sono quindi tanti elementi per sapere che sarà una partita dura. Penso che ancora una volta l’aspetto di impatto fisico possa essere importante, così come la capacità che loro hanno nel prendere tiri da tre con tanti giocatori diversi. Sarò molto felice di vedere Valerio Mazzola, uno di quei giocatori che è stato determinante per gli anni in cui abbiamo vinto, oltre che per il lavoro in campo, anche per tutto quello che ha fatto anche fuori dal campo, mettendosi sempre a disposizione, al servizio di ciò di cui aveva bisogno il gruppo e per il quale nutriamo quindi grande rispetto”. I tifosi biancorossi, intanto, si organizzano già per la prossima trasferta, sabato 15 ottobre a Tortona.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS