Vuelle Pesaro, Costa: “A fine stagione lascio per motivi personali”

BASKET – Emozione in conferenza stampa: “Non centra nulla il momento della squadra”

Ario Costa lascerà la presidenza della Carpegna Prosciutto Vuelle Pesaro a fine stagione. Ad annunciarlo è lo stesso presidente in una conferenza stampa. “Mi rivolgo a voi con un cuore grato e addolorato, perché al termine della stagione sportiva dirò addio a questo club. Questo posto lo chiamo “casa” da giocatore, da dirigente e poi presidente. Credo sia un record e ne sono orgoglioso. Un grande onore servire come presidente e credo sia giusto favorire un ricambio nella governance aziendale. Abbiamo sempre fatto il massimo, con unità e impegno. Ad ogni singolo consorziato, sponsor e tifoso dico grazie, ovviamente così come a tutti quelli che hanno lavorato con me”.

“Concludo questo ciclo soddisfatto del percorso. La Vuelle è stata la migliore che ha performato nelle classifiche budget-punti e punti-pubblico. Forse valgono di più certe salvezze che playoff e coppe. In questi anni abbiamo fatto un lavoro incredibile e non uso il plurale a caso. La Vuelle resta un club iconico e glorioso visto che giocatori importanti e allenatori sono stati attratti da noi. In questi anni abbiamo incrementato il fatturato, costruito relazioni commerciali e soprattutto aumentato il fatturato in questi anni. La decisione di fare un passo indietro è personae e non ha nulla a che vedere con il momento complicato della squadra e non altera tutto l’impegno da qui a fine stagione. Non mi sto dimettendo in questo momento, nel modo più assoluto, ma comunico il mio addio dal ruolo di presidente a fine stagione. Lo dico oggi per dare modo e tempo per riorganizzarsi. Io non riscriverò più la squadra al campionato. Era più facile dirlo a giugno ma sarebbe stato più disonesto. Invece così, chiunque verrà dopo di me, avrà il tempo per organizzarsi e lascio una società sana. Auguro il meglio alla Vuelle, la cosa più importante è averla salvata. Quando ci prendemmo questa patata era davvero bollente. Malgrado qualcuno butti sempre benzina sul fuoco possiamo dire di essere una società seria. Retrocessione? Anche Pesaro può retrocedere, tante sono retrocesse. Ovviamente speriamo di no, ma siamo consapevoli che nello sport si può anche perdere”.

“Noi per quello che abbiamo fatto con la Vuelle meriteremmo un monumento in piazza. Così come Beretta che in diverse volte ci ha salvato davvero. Arbitri? Oggi faccio i nomi perché non vogliamo retrocedere. Quello che abbiamo subito da Scafati deve far riflettere. Non posso permettere che delle squadre vengano trattate così dagli arbitri. Ma non lascio per questo, nemmeno per le critiche o la stampa”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS