Vuelle, Magnifico: “Siamo competitivi con tutti ma serve sforzo difensivo importante”

BASKET, SERIE A – Il dirigente della Carpegna Prosciutto torna sulla sconfitta con Napoli: “Dobbiamo essere più cinici”

Domenica la Carpegna Prosciutto è scivolata tra le mura amiche con Napoli, anche questa volta davanti a un pubblico numeroso: oltre 4mila le presenze sugli spalti. E’ stata la quarta occasione in cui la Vuelle ha giocato un supplementare nell’anno solare 2022, la prima nel campionato corrente. I tre precedenti sono stati: Pesaro-Milano 85-82 (giocata il 16 gennaio), Pesaro-Treviso 105-108 (30 gennaio) e Napoli-Vuelle 84-85 (l’8 maggio). C’è stato un bis sfortunato con i partenopei.

Per la squadra di Repesa, alla fine, si è fatta sentire la stanchezza, dopo aver condotto lungamente. La distribuzione del minutaggio è stata diversa per i vari atleti, gli esterni hanno avuto un carico importante. E alla fine è dispendioso.

«Qualche giocatore è stato in campo veramente a lungo, abbiamo disputato 45’ e la stanchezza c’era, influisce sulla lucidità di scelte e tiri. Conoscendo bene il potenziale offensivo di Napoli, è chiaro che aver subito 99 punti significa aver dato agli avversari la possibilità di distendersi sul proprio terreno. Lo specchio della nostra prestazione deve essere l’approccio alla gara avuto con Venezia – sostiene il dirigente biancorosso Walter Magnifico -. Dobbiamo dare un’impronta difensiva forte da subito e non permettere agli altri di segnare canestri facili. E’ una caratteristica e uno sforzo che i ragazzi devono fare ogni volta per mettere la gara su binari giusti. Ieri l’abbiamo sempre condotta e in due-tre occasioni anche nel finale abbiamo avuto la possibilità di crearci un distacco che potesse darci più garanzie. Occorre sempre schierare una grande difesa, che costa tanto come impegno mentale. L’organizzazione non manca e dobbiamo ancorarci a questo».

Di nuovo qualche difficoltà contro la zona.

«Sono difese che non si praticano più con la continuità di una volta, al 99% si gioca a uomo. Con gli allenamenti bisogna perfezionare i giochi. Se applichi la giusta aggressività in difesa, metti in difficoltà chiunque».

Come sono state prese le due sconfitte consecutive?

«Come due gare che fanno parte di un campionato estremamente delicato e difficile. Siamo competitivi con tutti, lo abbiamo dimostrato anche in trasferta con la capolista Tortona. E’ chiaro che in certe occasioni dobbiamo essere più cinici e portare a nostro favore il risultato finale. Fa parte di un percorso».

Il calendario è in salita: si va a Brescia, poi ci sono Milano in casa e Brindisi fuori.

«Ci attende una serie complessa ma la mia fiducia è tanta, i ragazzi sono seri, il coach è bravo e si lavora ogni giorno per migliorarsi. Siamo pronti a battagliare con tutti».

Tambone come sta dopo la botta al polso?

«E’ caduto male nel finale, sembra che l’infortunio sia decisamente serio».

Per rivedere Delfino ci vorrà ancora un po’?

«Prima lo vediamo in campo, meglio è», taglia corto Magnifico.

Michele Raffa
Author: Michele Raffa

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS