Vuelle, addio Coppa Italia

BASKET – Vittoria larga di Brescia in semifinale

La finale di Coppa Italia, oggi alle 18 al PalaAlpitour di Torino, vedrà di fronte la favorita Virtus Bologna e la sorpresa Germani Brescia. Le semifinali sono state senza storia, Tortona e Pesaro sono state in partita per pochi minuti.

La Carpegna Prosciutto è comunque uscita tra gli applausi, essere tra le prime quattro è stato comunque un successo. Ieri è finita 74 a 57 in favore dei lombardi. La Vuelle aveva cominciato bene ma poi è calata alla distanza. Il secondo quarto è stato faticosissimo e i biancorossi non hanno mai tirato così male; pochi 57 punti per uno dei primi attacchi del campionato. Spettacolari i tifosi giunti anche da Malta: non hanno mai smesso di incitare Pesaro. Brescia non porta fortuna a coach Repesa: contro la Germani il tecnico è stato espulso sia in campionato che in Coppa Italia. Della Valle e Massinburg sono stati i migliori, per la Leonessa è la seconda finale di Coppa Italia nella storia e ci è arrivata da ottava testa di serie, venendo da sei sconfitte consecutive in campionato. Pesaro ha mostrato stanchezza e adesso pensa al mercato e alcuni suoi giocatori, tra i quali capitan Delfino e Visconti, partiranno per gli impegni con le rispettive Nazionali.

Coach Jasmin Repesa a fine match ha commentato: “Complimenti a Brescia per la vittoria; devo ringraziare i ragazzi per quanto fatto fino a questo momento poiché raggiungere la semifinale di Coppa Italia con diversi giocatori con importanti limiti in termini di condizioni fisiche rappresenta un risultato straordinario dato che non abbiamo potuto esprimerci al meglio. Abbiamo pagato la grande aggressività di Brescia, anche se devo sottolineare il fatto che non mi è piaciuto il metro arbitrale utilizzato nel corso dei 40 minuti. Chiedo scusa alla squadra, al club e ai tifosi per l’espulsione anche se io non ho capito il motivo della decisione degli arbitri”. 

Alessandro Magro, allenatore di Brescia, ha detto: “Dopo la partita di Milano, affrontare Pesaro sarebbe stata un’altra sfida impegnativa. Hanno tre bocche da fuoco di qualità e senza dilungarmi troppo penso che la parola ‘difesa’ sia quella che spiega cosa è successo. Abbiamo fatto un’altra prestazione maiuscola sotto questo punto di vista, abbiamo avuto il contributo di tutti i giocatori; dalla panchina Akele, Burns e Massinburg ci hanno dato tantissimo, quindi abbiamo potuto avere continuità. Anche Petrucelli parte da dietro e come si vede è fondamentale per il nostro scacchiere. Li abbiamo costretti a prendere tanti tiri contestati che loro non sono stati in grado di segnare e credo che questo abbia fatto loro perdere fiducia e li abbia innervositi”.

Author:

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS