Vivaio Recanatese, Baleani: “Questa situazione ha amplificato la parte creativa dell’allenatore”

Edoardo Baleani

CALCIO GIOVANILE – Il responsabile dell’attività di base giallorossa e il rapporto con i baby calciatori: “È importante essere motivati e non mollare mai”

Edoardo Baleani, allenatore in possesso dei patentini UEFA B e C, oltre a ricoprire il ruolo di responsabile dell’attività di base della Recanatese, è anche allenatore della categoria Esordienti 2008.

Baleani, com’è allenare in questo periodo? “Abbiamo delle possibilità in meno da proporre in campo però il metodo di allenamento non l’ho cambiato. Mi è sempre piaciuto essere un allenatore creativo e cerco di pensare alle necessità dei ragazzi, impostando un allenamento con attività diverse e stimolanti. Questa situazione che viviamo ha amplificato la parte creativa dell’allenatore. È importante essere motivati e non mollare mai.”

La motivazione del mister è importante ma anche quella dei ragazzi. “Direi proprio di sì. Onestamente qualche assenza in più c’è quest’anno ed è comprensibile. Mi spiego meglio, c’è più facilità nell’assenza anche se la partecipazione è buona, circa all’85%-90% ogni allenamento. Vorrei evidenziare che la motivazione dei ragazzi è buona ma oltre alla presenza al campo c’è anche grande partecipazione.”

Quanto manca il confronto? “Il confronto con un compagno, con un avversario, la partita…a me personalmente manca tantissimo. La partita e il confronto in senso generale sono cruciali, li reputo come “benzina” per ogni allenatore perché ti danno tutte le indicazioni necessarie per poi creare dei contesti su cui “lavorare”. Vedo un’azione, un comportamento, un dettaglio e prendo spunto per poi riproporlo in allenamento. Per i ragazzi la partita è la parte più formativa, è il miglior allenamento possibile.”

error: Contenuto protetto !!