Vitali è recidivo, leggerezza De Santis: Di Massimo imprendibile

PAGELLE ANCONA – Il portiere continua a steccare, aspettando Perucchini. Il difensore si fa cacciare, l’attaccante in serata di grazia ma passa la Reggiana 1-0

Vitali 5: le sue uscite scriteriate stanno diventando frequenti e pesano sui risultati dei biancorossi. Contro il Montevarchi ha causato il primo gol, idem contro la Reggiana provocando l’autogol di Simonetti. Recidivo.

Mezzoni 6: spinge con continuità sulla fascia destra anche se a volte l’ultimo passaggio non giunge a destinazione. In crescita rispetto alle prime partite.

Mondonico 6: al rientro dopo due giornate di squalifica vince il duello con Lanini costringendolo alla sostituzione al termine della prima frazione. Prova a incidere anche in area avversaria salendo sulle palle inattive.

De Santis 5: nel momento di maggior spinta dell’Ancona commette una leggerezza beccando il secondo giallo e lasciando i compagni in inferiorità numerica. Ingenuo.

Martina 6: vale lo stesso discorso per Mezzoni. Si propone spesso in aiuto alla manovra commettendo però qualche errore al momento della giocata decisiva.

Simonetti 5,5: decide il match al contrario con un tocco balordo che infila la propria porta, agevolato dall’intervento errato di Vitali. Prova a riscattarsi, ma Turk gli nega la gioia del pareggio che lo avrebbe riabilitato.

Gatto 5,5: le manovre passano dai suoi piedi, ma nelle ultime settimane il suo ritmo è diventato troppo compassato. Deve tornare il regista che ha trascinato il Sudtirol verso la Serie B.

D’Eramo (dal 28’st) 6: torna in campionato dopo l’infortunio alla spalla apportando brio negli ultimi assalti.

Paolucci 6,5: i suoi inserimenti provocano sempre sconquassi nelle difese avversarie. Fa soffrire la Reggiana fino a metà ripresa, quando è costretto a uscire da un affaticamento muscolare.

Prezioso (dal 18’st) 6: ha voglia di mettersi in mostra dopo un avvio di stagione con più ombre che luci. Entra in partita con la giusta intensità.

Lombardi 5: si divora una nitida opportunità per pareggiare e cambiare il corso del match. Ha qualità, ma gli manca ancora personalità.

Petrella (dall’11’st) sv: la sua partita dura 17 minuti perché Colavitto è costretto a sacrificarlo per riequilibrare la squadra dopo l’espulsione di De Santis.

Bianconi (dal 28’st) 6: gettato nella mischia per ricomporre la retroguardia si fa rispettare. A segno nelle ultime due partite, non concede il tris in occasione dei calci piazzati finali.

Spagnoli 5,5: sulle doti da combattente nessuno può obiettare. Ma a una punta centrale si richiedono soprattutto i gol e l’ex FeralpiSalò ha inciso solo a Pontedera in sette giornate.

Di Massimo 6,5: in serata di grazia manda in tilt la difesa emiliana, tanto da indurre Diana a togliere dopo mezzora Guglielmotti a cui aveva provocato una forte emicrania.

Moretti (dal 28’st) 6: ha il compito di vivacizzare il reparto avanzato che stava perdendo lucidità e prova a mettersi in evidenza. La rete che attende da tempo però non arriva.

Colavitto 5,5: la prestazione è stata all’altezza della situazione, ma il risultato non è arrivato nemmeno stavolta. Inutile nascondere che la piazza si attendesse molto di più rispetto agli attuali 8 punti in 7 giornate.

CRONACA REGGIANA 1-0 ANCONA

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS