Violente mareggiate nelle Marche, aumenta la preoccupazione in prossimità della stagione estiva

In attesa del via libera ai lavori della realizzazione delle scogliere nel tratto costiero di Scossicci

A seguito delle violente mareggiate che hanno interessato il litorale marchigiano, questa mattina (giovedì 04 aprile) le delegazioni della Regione Marche e della Provincia di Macerata hanno svolto un sopralluogo nei tratti di costa nel comune di Porto Recanti che nei giorni scorsi oltre ad erodere metri di spiaggiato, hanno anche provocato danni di una certa gravità, mettendo a serio rischio la sicurezza delle infrastrutture pubbliche e private del nostro territorio.

La strada provinciale Porto Recanati – Numana, pur non avendo subito danni che ne abbiano impedito la fruibilità e la percorrenza, è stata corrosa dalla potenza del mare nei basamenti del limitrofo marciapiede. Gli interventi da pianificare e realizzare, dunque, in attesa che la Regione Marche dia il via libera ai lavori della realizzazione delle scogliere nel tratto costiero di Scossicci, sono ovviamente di massima urgenza, a maggior ragione in vista di una stagione estiva ormai alle porte.

Con l’occasione sono stati incontrati i titolari delle attività commerciali locali che hanno espresso tutta la loro preoccupazione per lo stato in cui versa il nostro litorale in prossimità di una stagione turistica prossima ad entrare nel vivo.

Per la Regione Marche e la Provincia di Macerata erano presenti l’Ingegner Filomena (Regione Marche), l’Ingegner Giaccaglia (Provincia di Macerata) e Luca Buldorini (vice presidente Provincia di Macerata). Il Comune di Porto Recanati era rappresentato dal Sindaco Andrea Michelini, dal vice Sindaco Giuseppe Casali, dall’Assessore ai Lavori Pubblici Lorenzo Riccetti e dal Consigliere con delega alla Protezione Civile Gianluigi Serena, oltre che dai responsabili del nostro Ufficio Tecnico.

Dopo un accurato sopralluogo i rappresentanti degli organismi sovraordinati, di concerto con le autorità politiche locali, hanno convenuto che la situazione, di estrema gravità, necessitasse della massima attenzione e di un dispiego immediato di ogni risorsa economica disponibile per far fronte ad una prima sistemazione dei danni arrecati dalla violenza del mare.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS