Violenta bomba d’acqua nell’entroterra

Si contano i danni e si continuano a pianificare gli interventi

Il giorno dopo la violenta bomba d’acqua, che si è abbattuta nell’entroterra Maceratese dal tardo pomeriggio e fino alla serata di ieri, si contano i danni e si continuano a pianificare gli interventi.
Sono state ore di super lavoro per i tecnici e gli operai dell’ufficio Manutenzioni del Comune di San Severino Marche che hanno dovuto rispondere a diverse chiamate.

I disagi maggiori si sono registrati in viale Varsavia, alla prima periferia della città, dove il sistema fognario messo sotto pressione dalla tanta pioggia caduta in pochissimi minuti non ha retto provocando un allagamento della sede stradale. Tra la stessa via Varsavia e via Crivelli diversi garage nei piani seminterrati sono finiti in parte sommersi. Anche questa mattina Comune e Assem hanno effettuato un sopralluogo congiunto e nei prossimi giorni è stata programmata una verifica di tutta la rete.
Garage allagati anche in un condominio di via Orazio Marziario, nella frazione di Taccoli.
Strade sott’acqua in un tratto di viale Europa e in via San Michele, di fronte al villaggio terremotati “Campagnano”, dove non si sono comunque registrati particolari disagi per gli abitanti delle Sae. Infine si segnalano alberi caduti sulla strada comunale dei Granali e in località Caruccio.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS