Violenta aggressione nel bar poi l’inseguimento, denunciati tre giovani

Il conducente del furgone aveva un tasso alcolemico di 2,34 g/l

Il personale delle Volanti di Ancona, impegnato nei servizi specifici di controllo del territorio, è stato intercettato all’altezza della rotonda di Via De Gasperi, nella scorsa notte, da un soggetto su un’auto di una ditta di vigilanza privata, che stava inseguendo un furgone, attirando l’attenzione dei poliziotti. Questi messisi all’inseguimento del veicolo, riuscivano a fermarlo, in via Vallemiano, trovandoci alla guida un romeno di circa trent’anni, risultato positivo all’alcol test e per tanto denunciato ai sensi dell’art.186 C.D.S., con tasso alcolemico di 2,34 g/l. Sul veicolo sono stati individuati inoltre altri due connazionali, tutti tra i 25 ed i 30 anni, i quali risultavano domiciliare in una via limitrofa alla Stazione, per motivi di lavoro.

Secondo quanto ricostruito dagli operatori di Polizia, anche grazie alle testimonianze della Guardia Giurata e delle parti lese intanto giunte in Questura, i tre cittadini romeni, visibilmente sotto l’effetto dell’alcol e per motivi assolutamente futili, avevano aggredito poco tempo prima altri due connazionali, un uomo ed una donna, colpendoli con calci e pugni. In particolare uno dei tre, aveva approfittato dei momenti di concitazione dovuti ai colpi inferti alle parti lese per asportare dal tavolo del locale in via Marconi, dove stavano consumando alcolici, l’Iphone della vittima.

Al fine di guadagnarsi la fuga si sono messi quindi alla guida del furgone, malgrado lo stato di ebbrezza, cominciando una gimkana nelle vie cittadine, inseguiti dapprima dall’addetto alla vigilanza privata, che aveva prestato aiuto alla donna aggredita e successivamente dalla Volante della Polizia di stato, malgrado le segnalazioni ad essi rivolte di arrestare la marcia.
Quando finalmente sono stati fermati e portati in Questura, si risaliva alla esatta dinamica dei fatti, per tanto sono stati denunciati in stato di arresto per resistenza e rapina in concorso.
In considerazione del notevole allarme procurato alla collettività, della particolare violenza dimostrata nell’occasione e della necessità di impedire la reiterazione di condotte simili, nei confronti dei responsabili, già denunciati all’Autorità Giudiziaria il Questore di Ancona, a seguito di istruttoria della Divisione Anticrimine, ha emesso ulteriori tre provvedimenti D.Ac.Ur., nei riguardi dei tre presunti responsabili delle condotte violente e pericolose poste in essere in un quartiere cittadino, con divieto per gli stessi di accedere, per un anno, ai locali di pubblico intrattenimento, ovvero dove si somministrano alcolici, posti nelle vie di seguito indicate, con contestuale divieto di stazionamento nelle immediate vicinanze degli stessi, nei seguenti luoghi: via Marconi, via Lamaticci e via Pesaro, fatte salve dunque le necessità primarie.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia