Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Vincenzo Felici, farmacista dal cuore bianconero: la sua collezione arriva allo Juventus Museum

/
img
Vincenzo Felici

IL PERSONAGGIO – Il noto titolare della Farmacia Ancona da anni colleziona oggetti riguardanti la Vecchia Signora: fiore all’occhiello della sua collezione un subbuteo anni ’30

di Claudio Comirato

Ad Ancona è conosciuto come uno stimato farmacista, ma in realtà dietro a quel camice bianco si nasconde un personaggio che è diventato nell’arco degli anni uno dei punti di riferimento dello Juventus Museum la cui sede è a Torino. Il riferimento non può che essere al dottor Vincenzo Felici, 49 anni, titolare della Farmacia Ancona in corso Amendola. Volto noto del quartiere Adriatico e non solo, ovviamente grande tifoso della Vecchia Signora. E proprio l’amore per i colori bianconeri ha portato il dottor Felici ad acquistare nel corso degli anni cimeli riconducibili proprio alla Juventus. Dei veri e propri pezzi di antiquariato, molti dei quali sono esposti allo Juventus Museum di Torino come racconta lo stesso farmacista: “Tra gli oggetti esposti, in forma di prestito, c’è una sorta di gioco del subbuteo composto da una porta in ferro componibile e pedine di cartone che ricordano la maglia della Juventus, Un pezzo molto pregiato risalente agli anni ’30 fatto in Toscana che qualcuno a suo tempo non a caso aveva pensato di chiamarlo ‘Il calcio tascabile’. Al museo della Juventus ho donato dei quaderni risalenti agli anni venti dove ci sono le immagini dei giocatori della Juventus di quel periodo quaderni che ovviamente sono stati utilizzati dai bambini”.

“Il calcio tascabile”, la Juventus in un subbuteo anni ’30

Oggetti unici, non semplici da trovare per una passione che di fatto è nata nel 1977: “Trovare questi pezzi in giro per il mondo non è semplice, ci vuole tanta pazienza. Tra i pezzi in esposizione, anche un pomello di un cambio con il marchio Juventus in serie limitata che la Fiat aveva riservato ai dipendenti dell’azienda che decidevano di acquistare una  Fiat 600. Tra gli oggetti collezionati anche calendari a partire dagli anni ’20, portacerini in ferro marchiati Juventus e una serie di quaderni sempre, con il logo della Vecchia Signora”. Una collezione, quella del dottor Felici, dove spicca anche un manifesto di un film con alcune immagini che vedono tra i protagonisti Omar Sivori e lo spogliatoio della Juventus. Un pezzo più unico che raro per il dottor Felici che tempo addietro, insieme a Francesco Barboni, ha scritto un libro “Un Colle a tinte bianconere” dedicato alla storia del Collemar, società calcistica che ha fatto la storia nel capoluogo di regione il cui incasso è stato donato alla Croce Gialla di Ancona. Tra le tanti passioni, anche quella del Subbuteo con il dottor Felici che fa parte del “Old Club Subbuteo Ancona” la cui sede operativa si trova al circolo Germontari ad Ancona, in via Colleverde.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar
error: Contenuto protetto !!