Vigor, tanti motivi per crederci fino in fondo

Foto Gabriele Moroni

SERIE D – La squadra sembra in crescita costante, Clementi bravo ad esaltare le qualità dei singoli

Il successo contro il Trastevere lascia immutato il distacco della Vigor Senigallia dalla capolista Pineto vittoriosa al Tamburrini contro il Montegiorgio (sei punti), ma a entusiasmare i tifosi rossoblu è ancora una volta la prestazione dei ragazzi di Clementi che continuano a mettere pressione alla formazione di Amaolo tenendo acceso il sogno di recuperare punti per potersi giocare la promozione.

La città a questo punto ci crede, anche se i sei punti sono un margine ancora rassicurante per i biancazzurri, ma di certo non incolmabile nelle dieci giornate che restano alla fine del campionato, soprattutto se i rossoblu continueranno a sfoderare prestazioni convincenti e concrete come quella di ieri. Oltre ad aver messo fuori dai giochi la squadra capitolina, il 2-0 maturato ieri al Bianchelli è stato ancora una volta dimostrazione della granitica solidità difensiva interna della Vigor che tra le mura amiche ha subito appena sei reti e solo il Chieti alla seconda di campionato è riuscito a realizzare più di un gol, ma probabilmente in quel momento i ragazzi di Clementi non avevano ancora coscienza delle proprie possibilità.

I meriti del tecnico nel magnifico campionato che i suoi ragazzi stanno disputando sono evidenti. In una partita importante contro una squadra di spessore come il Trastevere, al terzo posto in classifica, Clementi ha avuto il coraggio di far esordire in campionato da titolare il classe 2005 Balleello, che non aveva ancora disputato un minuto in questa stagione e di cambiare assetto passando dal suo consueto 4-3-3 al 4-4-2 con centrocampo a rombo con Lazzari vertice alto Kerjota interno e Mancini dirottato a destra per contenere l’uomo più pericoloso dei granata, quel Tortolano che all’andata aveva creato tanti problemi ai rossoblu, confermando la sua capacità di plasmare la squadra in base alle esigenze tattiche delle sfide e la profonda conoscenza delle caratteristiche dei suoi giocatori.

La risposta in campo e il risultato gli hanno dato ancora una volta ragione, con la sua Vigor ormai unica reale rivale del Pineto nella lotta al titolo e considerando che stiamo parlando di una neopromossa il cammino dei rossoblu fino ad oggi si conferma assolutamente straordinario.

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS