Vice-presidente donna in Seconda Categoria: “Mai stato un limite”

Parla Marta Tentella del Ripe San Ginesio, grande realtà nel girone F: “I playoff per coronare un percorso, io appassionata da sempre”

Un 2024 per ora da incorniciare per il Ripe San Ginesio che nel nuovo anno ha conosciuto solo una volta la parola sconfitta nell’ultima giornata del girone di andata e da lì in poi ha intrapreso un percorso netto fatto di sei risultati utili consecutivi, frutto di tre vittorie e altrettanti pareggi, l’ultimo in ordine di tempo arrivato sabato scorso contro la Belfortese. Ottimi numeri per il collettivo di Mauro Borioni che oltre a occupare il quarto posto in classifica in coabitazione con il Pioraco, può vantare anche la quarta miglior difesa del torneo con soli ventidue goal incassati. A tracciare un bilancio della stagione disputata fin ad oggi e a fare il punto della situazione in casa Ripe San Ginesio c’è la vice-presidente Marta Tentella.

“Non mi piace guardare indietro, ma sicuramente facendo una valutazione più ampia c’è un po’ di rammarico per i punti persi, forse contro avversari alla nostra portata durante il periodo in cui la squadra è rimasta senza una guida tecnica. Punti che oggi ci avrebbero fatto comodo. La posizione dove ci troviamo era quella che ci eravamo prefissati a inizio campionato perché comunque ambivamo a fare i playoff e quindi siamo soddisfatti del percorso fatto fino ad ora”. Tentella prosegue parlando della sue esperienza personale e di come è nata la collaborazione e il legame con il Ripe San Ginesio, soffermandosi anche sul ruolo femminile nel mondo del calcio:” La passione per il calcio c’è sempre stata e quando Ripe San Ginesio è venuto a giocare a Colmurano, dove abito, mi sono avvicinata alla squadra e piano piano sono diventata parte integrante del gruppo. Io capisco benissimo che ancora oggi sia difficile avvicinare la figura femminile al calcio per certi versi penso sia anche normale, ma personalmente non è stato mai un limite perché lavorando bene poi parlano i fatti piuttosto che la figura di donna. Ringrazio la società per questa esperienza e la fiducia che oramai mi danno da anni e lavoriamo molto bene insieme. Io vado con i ragazzi in panchina, ma non mi sono mai sentita tra virgolette diversa perché donna. Mi trovo benissimo ed è un piacere stare con loro in panchina e condividere gioie e dolori a trecentosessanta gradi. Ringrazio di cuore i ragazzi perché mi hanno accolta benissimo e ad oggi sono più una compagna di squadra che una lei. Credo, sono una di loro, anche se ahimè non faccio parte dei cambi del mister”. La vice-presidente della squadra nero-rosa prosegue parlando dell’ambiente Ripe San Ginesio:” Noi giochiamo a Colmurano perché a Ripe non possiamo giocarci visto che non c’è un impianto sportivo idoneo, ma c’è solo un palazzetto dove gioca la nostra squadra di calcio a 5 che sottolineo è prima in classifica e quindi colgo l’occasione per fargli i complimenti”.

“Qui a Ripe c’è davvero un bel gruppo che lavora insieme da anni. Siamo una società che è cresciuta nel tempo, anno dopo anno, senza fare mai il passo più lungo della gamba e forse questo ci ha premiati. Qui siamo un po’ una seconda famiglia perché anche dentro lo spogliatoio la mentalità che si respira è quella di una famiglia dove sono un po’ tutti fratelli nonostante i numerosi arrivi di quest’estate per ampliare la rosa, i valori del gruppo sono gli stessi e questo è merito anche di noi come società che ci abbiamo lavorato molto. Quest’anno abbiamo portato a termine l’obiettivo di allargare e arricchire la rosa, prendendo anche diversi giocatori che sono scesi magari dalla Prima Categoria e hanno alzato il tasso qualitativo della rosa, ma facendo attenzione a non fare fuori mai nessuno, perché credo che il talento fa fare ottime prestazioni, ma poi le partite si vincono con il gruppo. Ma la cosa come società che ci preme di più è il fatto di avere giocatori del posto, perché qui magari non abbiamo un bacino di utenza come Macerata e quindi siamo contenti di aver creato un gruppo omogeneo sotto questo punto di vista”. Dopo aver raccolto il terzo pareggio consecutivo nello scorso weekend, fermando la Belfortese tra le mura amiche, la mente è già rivolta al prossimo impegno che vedrà il Ripe San Ginesio impegnato in trasferta contro il Pievebovigliana, in quello che si profila un vero e proprio scontro per la zona playoff, con le due formazioni che sono separate solo da una lunghezza in classifica.

“La chiave è che i ragazzi devono credere in loro e li invito sempre a farlo perché pareggiando contro la terza e la seconda in classifica (ndr Treiese) hanno tutte le carte in regola per credere nelle loro potenzialità. Sabato andremo su a Pievebovigliana con grande tranquillità. I ragazzi stanno bene e quindi speriamo bene. Queste partite che verranno non nascondiamo che saranno determinati per cercare di accorciare il gap sulla seconda”. Un campionato, quello del girone F di Seconda Categoria, che sta rispecchiando un po’ le aspettative di inizio stagione, anche se dal quarto posto occupato proprio dal Ripe San Ginesio all’ultimo posto in classifica occupato dalla Lorese, regna grande equilibrio e incertezza:” Sicuramente l’obiettivo da qui fino alla fine della stagione è quello di colmare il divario sulla seconda. La classifica rispecchia quelli che erano un po’ i pronostici a Settembre. L’obiettivo è restare lì e portare avanti il lavoro fatto fino ad adesso e faremo il massimo per cercare di portare a casa più punti possibili per l’obiettivo playoff, anche se non dipenderà solo da noi ma anche da chi sta davanti”. Per chiudere, Tentella parla di cosa significherebbe raggiungere i playoff per Ripe San Ginesio, dando uno sguardo anche al futuro:” Per noi raggiungere i playoff sarebbe coronare l’obiettivo di tutti, dalla società che ha lavorato al meglio dalla scorsa estate, ma soprattutto dei ragazzi, perché sono loro i principali artefici sul campo. Sarebbe gratificante per i ragazzi perché, come ho detto prima, sono tutti fratelli e quindi a me piacerebbe, a prescindere da chi rimarrà la prossima stagione e chi andrà via, sarebbe bello il bel ricordo di aver centrato comunque i playoff. L’obiettivo della società a lungo termine è quello di cercare di fare bene anche nella prossima stagione e migliorare i lati che non abbiamo raggiunto al massimo per iniziare alla grande il prossimo campionato”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS