Venezia in rimonta, la Vuelle si morde i gomiti

BASKET A1 – Coach Banchi accarezza solo il successo all’esordio, super quarto quarto dei padroni di casa e Pesaro soccombe 77 a 68

La Carpegna Prosciutto Basket Pesaro sfiora il successo al termine di 40 minuti giocati con grande intensità e spirito di squadra: al Taliercio di Mestre il match della 5^ giornata di Serie A va ai padroni di casa della Umana Reyer per 77-68. Tra i biancorossi il miglior realizzatore di serata è Carlos Delfino, autore di 22 punti. 

Coach Luca Banchi – all’esordio sulla panchina pesarese – manda in quintetto Tambone, Larson, Demetrio, Delfino e Jones mentre coach De Raffaele risponde con Stone, Tonut, Phillip, Mazzola e Watt.

Larson realizza il primo canestro del match con una grande tripla dai sette metri. Tonut realizza il primo punto dei veneti, Tyler firma il +4 biancorosso. De Nicolao risponde ai due punti di Zanotti. Il primo quarto si chiude con il canestro di Sanford per il 14-19 e il primo tempo addirittura con Pesaro avanti di dieci (30-40).

Al rientro dagli spogliatoi Watt e Delfino sbloccano il punteggio, i pesaresi offrono un’ottima prestazione con Jones che in schiacciata firma il 34-46 e impediscono a Venezia di tentare il tiro entro i 24 secondi. Delfino è on fire, dalla lunga distanza piazza la bomba del 34-51 che costringe la Reyer al timeout. I veneti con un break di 7-0 si riportano a -10 ma Carlos regala spettacolo con un altro tiro pesante per il 41-54. Gli orogranata con un parziale di 6-0 tornano a -7, Tambone è ottimo trovando un importante gioco da tre punti. Il terzo quarto si chiude sul 51-59.

Gli ultimi dieci minuti iniziano con il canestro in contropiede di Tambone e i due punti dalla media distanza di Zanotti per il 51-63. L’Umana risponde con un parziale di 8-0. Coach Banchi chiama timeout sul 59-63 a 4’46” dal termine, Larson commette il suo quinto fallo mentre Watt regala il -2 ai suoi. Torna in campo Delfino che regala giocate stupende, Daye commette fallo ai danni di Demetrio che dalla lunetta fa 1/2. Jones esce per falli, Watt da sotto appoggia per il -1. Il fallo in attacco di Tambone è pesante, Vitali da tre opera il sorpasso (68-66). Sanford firma il pareggio prima dei due nuovi canestri di Watt per il 72-68. Daye decide il match con la bomba del 75-68, poi è Watt a fissare il punteggio sul 77-68 finale.

Il tabellino

UMANA REYER VENEZIA – CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO 77-68 (14-19; 30-40; 51-59)

UMANA REYER VENEZIA: Stone 3, Tonut 10, Daye 11, De Nicolao 8, Sanders 3, Phillip 2, Echodas 2, Mazzola 3, Brooks, Cerella ne, Vitali 5, Watt 30 Coach: De Raffaele

CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO: Drell, Moretti 2, Tambone 7, Camara ne, Zanotti 6, Sanford 6, Larson 8, Demetrio 5, Delfino 22, Jones 12 Coach: Banchi

Arbitri: Sahin, Vicino, Marziali

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana