Vasto incendio al porto di Ancona: una nube densa ricopre la città – FOTO e VIDEO

L’Arpam ha effettuato le analisi per determinare se il fumo è tossico

Una nube densa e nera che si sposta in continuazione dalla zona del pincio a quella di Capodimonte per poi diffondersi anche al piano e alle Tavernelle, fino ad arrivare a Portonovo. Ancona si è svegliata in una cappa di fumo dal sapore acro e fastidioso in gola, poca gente in giro, finestre chiuse così come le scuole e le attività all’aperto in genere (leggi).

Il tutto in attesa di sapere se la nube sviluppatasi dal rogo ai capannoni della Tubomar sia tossica o meno. Nonostante ciò in tanti magari prima di andate al lavoro si sono fermati a Largo Casanova, zona Capodimonte, per vedere dall’alto quello che era accaduto al porto. Una vista sull’interno dove è complicato rimanere anche per qualche minuto a causa dei fumi che provengono dal porto.

La nube è ben visibile anche da Falconara. Era dai tempi dell’Ancopesca che la città non si ritrovava a fare i conti co un rogo di questo, tipo peraltro nella zona del porto dove questa mattina le attività sono ridotte al minimo. Una città che attende con ansia i risultati degli analisi eseguite dall’Arpam e dall’Azienda sanitaria per sapere la reale consistenza di questa nube che ha avvolto il capoluogo di regione.

Nel frattempo in tanti hanno notato sopratutto nella zona del pincio e nel centro di Ancona dei filamenti biancastri depositarsi sopra le auto in sosta.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia