Variante collinare, Piunti: “L’infrastruttura in galleria consoliderà il terreno”

Il progetto prevede il collegamento di Porto d’Ascoli al quartiere San Filippo Neri

Dopo lo stop ai fondi del Pnrr per il “Passante a Nord-Ovest”, meglio noto come “bretella collinare”, il comitato “Io Resto Qui” continua a credere nella realizzazione dell’infrastruttura ed ora punta ai finanziamenti ministeriali. Il costo dell’intervento è stimato in 100 milioni di euro. Il presidente di “Io Resto Qui” Luigi Piunti non  condivide quanti sostengono che il progetto creerà impatto ambientale e renderà il terreno collinare franoso.

“I nostri tecnici – spiega Piunti – hanno svolto studi approfonditi sul suolo in cui si prevede transiti l’infrastruttura, escludendo l’impatto ambientale e pericoli per il terreno. Con la galleria la collina diverrà più stabile. E poi non ci vuole tanto per capire che il tunnel non darà problemi al suolo, altrimenti questi problemi si sarebbero evidenziati con le gallerie dell’A14“.

Il progetto si sviluppa per due chilometri e mezzo sulla collina, quasi tutto in galleria, e tre nuove rotatorie: a Santa Lucia, in via Manara e a San Filippo. La strada poi prosegue in via D’Annunzio fino al sottopasso ferroviario dove si prevede un maxi tunnel che sbuca ad est dello stadio Ballarin, nell’area in cui è previsto il terzo braccio del porto.

“Questo progetto di variante collinare – conclude Piunti – già studiato in tutta la sua fattibilità avrebbe l’indubbio vantaggio di togliere gran parte del traffico interno alla città e di favorire l’uscita degli automezzi verso sud e nord”.

Franco Cameli
Author: Franco Cameli

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS