Vallorani si gode il suo Colli: “Si, mi aspettavo questi bei risultati”

Massimo Vallorani

ECCELLENZA – Il terzino sinistro di mister Amadio: “Mi piacerebbe fare qualche gol”

In pratica se passate per Colli del Tronto probabilmente lo trovate ancora sulla fascia a correre. Massimo Vallorani, una freccia rossoazzurra dell’Atletico Azzurra Colli che non si ferma mai arando l’out di sinistra per mister Peppino Amadio. Un Colli che sta viaggiando nella zona alta della classifica, cosa che potrà essere una sorpresa per molti, ma non per Vallorani: “Sinceramente me lo aspettavo e lo dico senza sembrare troppo arrogante. Perché conosco la squadra e so quanto siamo competitivi. L’assenza di Ciabuschi si nota, ma noi cerchiamo di sopperire alla mancanza dandoci tutti una mano”.

Soprattutto gli attaccanti cercano di fare qualcosa di più per sopperire a quel tipo di assenza.
Eh si, Filiaggi infatti queste due partite ci è mancato da morire e penso si sia vista la differenza. Però ecco ci divertiamo in mezzo al campo e siamo tutti ottimi elementi.

Quale senti sia la forza più grande?
Il gruppo, sicuramente, poi anche lo staff con la dirigenza. Devo dire che qua si rema per davvero tutti dalla stessa parte e non è una frase fatta.

A proposito del mister, Amadio penso sia stato l’unico allenatore capace di beccarsi due giornate di squalifica vincendo una gara 4-0.
Io lo sento sempre urlare, me ne dice di tutti i colori perché corro nella sua zona essendo terzino sinistro. Però ovviamente lo fa per motivarmi e stimolarmi tenendomi sul pezzo, la sua forza è quella. E poi si, quel rosso può essere colpa mia anche.

In che senso?
Stavo guidando un contropiede nostro e il difensore aveva toccato la palla con la mano sul mio portarmela avanti. Lì si è indiavolato con l’arbitro e poi è nato tutto. Ma non è proprio una colpa dai.

Ti assolviamo. Cambiando argomento, tu quest’anno fai parte di una difesa niente male..
Siamo fortissimi, assurdi, per me abbiamo preso anche troppi gol per la nostra forza. Marani in porta è clamoroso. Sosi e Filipponi sono sia fortissimi in singolo che insieme. Daniele ad esempio è grandioso a stare sull’uomo e le prende tutte di testa mentre Mauro è più dinamico, copre ogni possibile pertugio in cui cerchi di far passare la palla. Si completano alla grande.

E poi c’è Nervini, tuo sosia ma di destra.
Non lo considero neanche più un under, dico la verità. Ci è mancato a Chiaravalle e abbiamo dovuto ricostruire una difesa a tre. Forse dietro se manca qualcuno effettivamente andiamo in difficoltà.

In realtà le assenze il Colli le avute tutte davanti. Ciabuschi, Del Marro, la squalifica di Filiaggi, l’addio di Pagliuca..
Si, ecco, speriamo che sia finita qui e che questa piaga non colpisca la difesa.

L’obiettivo di questo Atletico Azzurra Colli?
Vincere tutte le partite sapendo che tutte le altre squadre sono attrezzate. Facciamo il meglio possibile, non ci accontentiamo ma non accontentarsi vuol dire dover combattere. Non è che puoi farlo solo a parole.

E il tuo obiettivo personale? Oltre a quello di non far squalificare più Amadio, si intende.
No no per quello basta. Spero di aiutare la squadra e magari segnare qualche gol. Il fatto è che arrivo sempre la davanti ma poi mi ceco, gli tiro addosso ai portieri. Si vede che l’anima da bomber proprio non ce l’ho. Alleneremo anche quella dai.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana