Valdichienti a singhiozzo, Frinconi: “Assenze? Nessun alibi, domenica solo tre punti”

Alessandro Frinconi

ECCELLENZA – Il difensore verdefluo fa il punto: “Manca continuità, venuti meno in cinismo e compattezza”

Cercava continuità il Valdichienti Ponte ma a Chiaravalle contro la Biagio Nazzaro di uno scatenato Pierandrei (autore di una doppietta), rientra a casa solo con un punto acciuffato nel finale di gara. Una gara da montagne russe come racconta il difensore Alessandro Frinconi: “Gara dai mille volti. Prima dominio nostro sfiorando anche il doppio vantaggio, poi nella ripresa abbiamo subito la loro risalita e dopo essere andati sotto abbiamo fatto fatica a riorganizzarci e trovare il pari”.

E’ un Valdichienti ancora coi cerotti quello che sta affrontando la prima parte di campionato. Bene i rientri di Comotto, uscito anzitempo per crampi, e quello di Trillini a gara in corso. Ancora diversi i giocatori ai box come Colonna e Palmieri. Oggi invece Papa si opererà al legamento crociato del ginocchio e per lui si prospetta stagione finita. “Le assenze non devono essere un alibi – afferma Frinconi – la società ha allestito una rosa dove chiunque può essere titolare. Cosa ci è mancato realmente per trovare continuità di risultati? Cinismo e compattezza in campo. E’ normale che il mister dovendo fare di necessità virtù non ha mai potuto schierare sempre gli stessi undici, questo un po’ influisce. Poi in determinati momenti dovevamo essere più lucidi e attenti nelle due fasi di gioco”.

Insomma un mea culpa generale per una classifica che recita 8 punti, ma che appare ancora fin troppo corta per essere solo all’ottava giornata. Domenica il Valdichienti riceverà il Servigliano e Frinconi non vuole far sconti: “Guai a sottovalutarli, ma i tre punti devono essere i nostri”.

 

 

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia