Vagnoni e il ritorno vincente: “Siamo “morti” in campo, qui ho ricordi stupendi”

ECCELLENZA – Raggiante il tecnico del Montegiorgio per il blitz, meno Giuliodori del Castelfidardo

Nel post gara di Castelfidardo-Montegiorgio (gara terminata due a uno in favore degli ospiti) abbiamo raccolto le impressioni dei due tecnici. Da una parte l’allenatore del Montegiorgio e grande ex della partita, Roberto Vagnoni, analizza così la vittoria della sua squadra che lancia i rossoblù al quart’ultimo posto in classifica che garantirebbe di disputare il playout tra le mura amiche: ” Faccio i complimenti al Castelfidardo perché la società è oramai una società di livello in questo campionato che ha alle spalle molti campionati di Serie D. Qui sono stato molto bene. Il Castelfidardo è una squadra che ha grande entusiasmo e nel primo tempo gli riuscivano giocate incredibili. Noi abbiamo sofferto nella metà del primo tempo perché ogni volta che riprendevamo palla la perdevamo subito e prendevamo infilate. La differenza è che quando il Castelfidardo cambia ha dei giocatori importanti perché noi già giochiamo nell’undici con giocatori adattati nei ruoli e poi quando cambiamo, con tutto il rispetto per i giovani che stanno dando, tutto, è sempre difficile. Ieri, anche con un pizzico di fortuna abbiamo portato via l’intera posta in palio perché poi quando ti raggiungono, quando mancano tre-quattro minuti, a quel punto pensavamo anche di perderla perché poi l’inerzia è cambiata, ma poi c’è stata questa punizione e siamo stati bravi a buttarla dentro. Dico che il secondo tempo siamo ripartiti quattro-cinque volte e abbiamo preso un palo clamoroso, ma il Castelfidardo è stata quasi sempre padrona del campo e ha fatto una grande partita, ma sinceramente nel complesso è stata una bellissima partita. È un motivo di orgoglio vincere qui su un campo dove il Castelfidardo era imbattuto e quindi è una vittoria che vale triplo. Abbiamo scalato tanto e ci siamo garantiti i playout. Siamo contenti perché questo è un anno tribolato dove è successo di tutto e l’obiettivo minimo era quello di fare playout e quindi una lode grandissima ai ragazzi che hanno dato tutto e sono tra virgolette morti in campo”.

Sull’altra sponda grande amarezza in casa Castelfidardo che con la sconfitta incassata perde l’imbattibilità casalinga e nel girone di ritorno, rimandando la certezza matematica dei playoff all’ultima giornata. Delusione che traspare anche dal volto di Marco Giuliodori che commenta così la sconfitta maturata: ” Sapevamo che dovevamo essere attenti sulle loro ripartenze e su una disattenzione. a inizio secondo tempo abbiamo preso goal, poi la squadra si è messa sotto creando tantissimo e perciò sotto questo punto di vista non posso dire niente ai ragazzi. Logicamente sotto l’aspetto della precisione sì perché creando tanto e non facendo goal sei fino all’ultimo respiro a lottare. Abbiamo avuto anche un rigore e lo abbiamo sbagliato, ma nonostante tutto la squadra è riuscita a riagguantare questo stra meritato pareggio. Poi sull’ultima azione della partita ci è stata questa distrazione difensiva che ci è costata di conseguenza la partita. La gara di Colli si prepara con maggiore attenzione e voglia di portare a casa il risultato, con la consapevolezza che ci andiamo a giocare una partita difficilissima su un campo altrettanto difficile contro una squadra che come il Montegiorgio si giocherà le ultime chance di rimanere in questo campionato. Dovremo essere una squadra molto accorta e avere voglia di portare a a casa il risultato a tutti i costi”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS