Va all’anagrafe per rinnovare la carta d’identità ma per il Comune è morto da 5 anni

E’ andato all’anagrafe per rinnovare la carta d’identità scaduta da qualche tempo, ma ha scoperto che per il Comune risultava morto da cinque anni.

Si tratta di un cittadino di Palermo. Come racconta il Giornale di Sicilia, Antonio Bartolotta in tutti questi anni non aveva mai sospettato nulla, continuando la sua vita nonostante per le istituzioni fosse morto. “Mi sono state recapitate regolarmente tutte le tasse da pagare e mi è stata spedita persino la tessera sanitaria”, ha raccontato l’uomo.
All’ufficio anagrafe del Comune gli hanno detto che non poteva rinnovare il documento: “inizialmente pensavo ci fossero problemi con la residenza anche se abito nella stessa casa da anni” ha spiegato Bartolotta. A chiarire la situazione ci ha pensato l’assessore con delega ai servizi demografici dicendo che non si è trattato di morte ma di irreperibilità. L’uomo, infatti, era risultato irreperibile al censimento del 2011 e negli anni successivi, così nel 2014 era stato dichiarato ufficialmente irreperibile.

“Già ieri, accertata la situazione e per venire incontro alle attuali esigenze dell’utente, che ha manifestato specifiche necessità familiari, è stato disposto che un funzionario dell’Anagrafe vada presso il suo domicilio, per permettergli la reiscrizione all’Anagrafe del Comune”, ha precisato l’assessore comunale.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS