Urbinati elongazione, febbre per Cognigni: c’è un caso Graziano?

Il centrocampista Graziano

SERIE C – La Fermana e le ricostruzioni post Chiavari: il centrocampista piemontese in tribuna punitiva?

Sabato sera – ieri – la Fermana ha chiuso il campionato con un’altra sconfitta (la quinta delle ultime sette gare) a Chiavari, mettendo il punto esclamativo sui playout già certi alla vigilia. In attesa di conoscere l’avversario da affrontare il 7 e il 14 maggio nel doppio confronto (leggi il focus), c’è il tempo per ricostruire alcune situazioni.

Rischia di esserci un caso Giovanni Graziano. Il centrocampista piemontese classe ’95 con l’Entella è stato mandato in tribuna per scelta tecnica nonostante in panchina ci fosse ancora spazio (due posti liberi). Pugno duro nei confronti del mediano? Dall’arrivo di Baldassarri “Grazia” ha perso minutaggio – solo una gara titolare su cinque – e, secondo rumors, anche qualche stimolo. La tribuna è stato lo strumento per destarlo? La speranza è che la mossa si riveli proficua a due settimane dai playout, doppio appuntamento in cui il mediano tornerà utile. Ora è il momento di usare l’intelligenza da entrambe le parti.

A Chiavari, invece, erano assenti “fisicamente” Urbinati, Cognigni e Rossoni, oltre che Tassi (infortunato di lungo corso) e Scrosta (squalificato). Urbinati in settimana aveva riportato una elongazione muscolare valutata con indagine ecografica, un inghippo che lo costringerà a star fermo per qualche altro giorno e non è una cosa simpatica prima dei playout. Rossoni è stato preservato a causa della contrattura rimediata dieci giorni fa con l’Olbia, ultima gara casalinga. E in ultimo Cognigni è stato fermato da un attacco influenzale dell’ultimo minuto. 

Per i playout bisognerà lavorare per far tornare brillanti i gioielli Pannitteri e Rodio, trovando le giuste accortezze ad una fase difensiva che continua tremendamente a far acqua.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia