Urbania, folle altalena d’emozioni e risultati: adesso quale finale?

ECCELLENZA – Sempre fallito il salto di qualità, mai un filo conduttore. Con il K-Sport per chiarire la posizione nell’ultimo rush

Dal 5-2 all’Urbino all’1-4 contro la Civitanovese, passando per il 3-1 al Montegiorgio per arrivare allo 0-3 contro l’Atletico Azzurra Colli che aveva segnato la miseria di 4 reti nelle precedenti 20 partite. Le gare dell’Urbania sono un saliscendi continuo di emozioni, dove la continuità di prestazioni e risultati restano la grande assente. Il trend ondivago va avanti da inizio campionato: basti pensare alle quattro vittorie nelle prime quattro partite, seguite da cinque sconfitte nelle successive sette giornate. Non c’è mai un filo conduttore nelle gare della truppa di Omiccioli che ha sempre fallito il salto di qualità ogni volta che aveva l’opportunità di compierlo e adesso deve guardarsi prima di tutto alle spalle in virtù del sestultimo posto.

La folle altalena è ribadita dai numeri che mettono la formazione biancorossa all’ultimo posto per pareggi: solo 5 in 23 giornate. L’Urbania detiene il quarto attacco più prolifico dell’Eccellenza con 28 reti dietro a Chiesanuova (32), Urbino e Tolentino (29), ma allo stesso tempo possiede la seconda retroguardia più perforata con 35 reti incassate, alle spalle della Sangiustese con 36. Strano a dirsi per un pacchetto arretrato che può contare su un portiere di categoria superiore come Urbietis oltre a centrali di grande esperienza come Dal Compare e Mistura. Il derby contro il Montecchio Gallo, che umiliò i durantini in Coppa Italia con un inequivocabile 7-1, dovrà chiarire il ruolo dei biancorossi in vista del rush finale.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS