UniMc, standing ovation per Sergio Mattarella

(Foto dalla gallery istituzionale del Presidente della Repubblica)

Applausi per la lectio a sorpresa del Presidente della Repubblica. “Attenzione alla ricostruzione post sisma”

di Maurizio Verdenelli

Venti minuti che non ti aspetti, e 4′ di standing ovation per Sergio Mattarella. Una lectio non prevista dal rigoroso cerimoniale, a parte del Presidente. Il suo ripetuto grazie finale colpito nel cuore del teatro Lauro Rossi. “Una mattinata particolarmente significativa” ha aggiunto. E prima c’erano stati gli auguri per i prossimi laureati di UniMc, a cominciare da lei, Arianna Fraticelli in carrozzella sul palco. “L’ateneo mi ha sostenuto, mi ha fatto dimenticare la mia disabilità” aveva detto lei alla vigilia della laurea magistrale in Giurisprudenza. “Auguri dottoressa Arianna” le ha detto il Presidente.

 

Un saluto che Lei non dimenticherà. Ed auguri pure per la studentessa moldava, Vlorica Ursu, ex clandestina, ora iscritta UniMc come Damian Czanecki, ha detto Mattarella, i grandi festeggiati in questo 730esimo anniversario di UniMc: “sono loro la ‘febbre del mondo’ che mantene la temperatura del mondo”. In apertura ha ricordato la lettera di Acquaroli e citando il commissario Legnini, il Capo dello Stato ha assicurato di tenere costante l’attenzione sul post sisma che ha colpito in modo più devastante ancora il Maceratese. Ed ha definito, citando Parcaroli, ‘bella’ Macerata. Ad ispirare Mattarella non solo il ricordo davvero grande della storia di UniMc (con la figura eccezionale del Padre costituente, il rettore Costantino Mortati) ma la lectio del prof.Alici. “L’umanesimo che innova è davvero la sintesi di due tesi contrapposte alla moda della filosofia greca“. Ed ha parlato dell’ego spropositato non solo dei singoli ma pure delle Nazioni, che tende a mettere a rischio futuro ed Ambiente.

 

Un’atmosfera in finale resa calda dall’abbraccio didascalico e personale (virtualmente) di Mattarella che ha salutato con calore alla fine Rettore, Governatore, sindaco e i capi religiosi.
Una bellissima giornata, ha chiosato alla fine il ministro Manfredi.
In epoca moderna, Mattarella è il primo Capo dello Stato in visita ufficiale ad UniMc.
Il 29 novembre 1989 ospite dell’ateneo, per la verità, fu pure Carlo Azeglio Ciampi che ebbe la laurea ad honorem in Scienze Politiche. Ma Presidente, il ‘maceratese’ Ciampi sarebbe diventato 10 anni più tardi. Allora era ‘semplicemente’ Governatore della Banca d’Italia.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

error: Contenuto protetto !!