Una truffa da 3 milioni di euro nelle Marche: arrestato falso promotore finanziario

Si è conclusa l’indagine “Piramide di carta” con l’arresto di Vito Rizzo, 43enne di Messina

Un falso promotore finanziario ha truffato i suoi risparmiatori per oltre 3 milioni di euro. L’indagine “Piramide di carta” della Finanza, partita nel 2014 nella provincia pesarese, si è conclusa con l’arresto di Vito Rizzo, 43enne originario di Messina, ritenuto responsabile di truffe ai danni di centinaia di investitori.

Dopo settimane di intercettazioni telefoniche, tracciatura dei movimenti finanziari e costante monitoraggio dei social network, l’uomo è stato localizzato in Croazia, a Pola, dove sta cercando di organizzare una truffa proprio come quella in Italia.
Lunedì 11 febbraio però, Rizzo è tornato a Milano credendo di non essere più sotto l’attento controllo dei finanzieri. Arrivato davanti un ufficio postale si è trovato le Fiamme Gialle ad aspettarlo. Dalla perquisizione è stato constatato che l’auto usata da Rizzo era stata rubata ad un’impresa di autonoleggio siciliana.

Il falso promotore ed altri suoi complici avevano organizzato, nel pesarese, un’attività illecita di collocamento di prodotti e strumenti finanziari per un valore complessivo di oltre 3.200.000 euro, promossa da varie società estere, registrate anche in cosiddetti “paradisi fiscali”, tra le quali figuravano la Vgm Business Ltd e la Innovative Investement Holding Ltd, tutte facenti capo a Vito Rizzo.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS