Una super Ancona ne regala quattro alla Recanatese

Foto Ancona

SERIE C – Derby dall’esito troppo ingiusto, i dorici tornano alla vittoria

Vedendo il risultato finale sembrerebbe un derby a senso unico: vittoria, ovviamente, pienamente legittima di un’Ancona che bramava il riscatto dopo lo scivolone di Rimini ma il poker conclusivo è onestamente impietoso ed ingiusto nei confronti di una Recanatese che ha confermato i suoi enormi limiti ma, in termini di occasioni, ha “fatturato” almeno quanto i dorici. Il vero problema dei giallorossi è sempre quello: si segna con il contagocce e forse anche meno e questo penalizza in maniera clamorosa i ragazzi di Pagliari usciti a testa china e con il morale sotto i tacchi. Il piano partita degli ospiti è saltato subito.

Inizio peggiore non ci poteva essere: dopo una punizione di Lombardi, Simonetti viene steso in area da Carpani. L’arbitro concede il rigore con Bagheria che respinge su
Di Massimo ma De Santis è lesto a spedire in rete. Secondo affondo e secondo gol poco prima del quarto d’ora: splendida azione in linea sulla sinistra con Martina che crossa rasoterra per Lombardi che si coordina in modo perfetto ed insacca. Reagire è dura: la Recanatese ci prova con una punizione di Senigagliesi, inzuccata all’indietro di Minicucci, Perucchini però è reattivo. Possesso palla nettamente dalla parte dei giallorossi ma non si concretizza in nulla: la buona volontà ci sarebbe pure ma spazi chiusi ed al di là di un paio di tentativi, comunque velleitari, si arriva all’intervallo senza ulteriori emozioni e senza un minuto di recupero. Dentro Alfieri per Morrone e Giampaolo per dar man forte al reparto offensivo. Proprio quest’ultimo in avvio sciupa calciando alle stelle un assist prezioso di Minicucci a 5 metri dalla porta. Colavitto toglie quasi tutti i suoi ammoniti ed i suoi sfiorano il tris con Moretti che anticipa Bagheria mancando di un soffio il bersaglio. Al 17′ però genio e sregolatezza Di Massimo ne combina una delle sue: prima trafigge Bagheria in diagonale poi dimentica di essere stato ammonito, si toglie la maglia esultando e viene espulso. Non è giornata: 21′ ottimo movimento di Giampaolo che dal limite colpisce la traversa e “sacramenta”. Poco dopo fallo di mano in area dorica ignorato e diventa una sorta di assedio ma al 34′ D’Eramo inventa una punizione stellare da 30 metri che accarezza la traversa e termina in fondo al sacco. Negli ultimi minuti ci prova Sbaffo con un paio di tentativi cercando in maniera caparbia il gol della bandiera ma non c’è nemmeno questa soddisfazione ed il rischio ora è che a livello psicologico si paghi davvero pedaggio. Un aspetto che in vista dello spareggio di Pesaro non può essere trascurato. Festeggia l’Ancona ed ha ragione: i biancorossi avevano bisogno di una partita del genere e chiudono l’andata a 31, esattamente come l’anno scorso. Davvero niente male.

ANCONA – RECANATESE 4-0

ANCONA (4-3-3): Perucchini; Mezzoni (7’st Barnabà), Mondonico, De Santis (31’st Pecci), Martina; Simonetti, Gatto (7’st D’Eramo), Prezioso (7’st Bianconi); Lombardi (31’st Mattioli), Moretti, Di Massimo. (A disp. Vitali, Piergiacomi, Berardi, Petrella, Brogni, Fantoni). All. Colavitto.

RECANATESE (4-4-2): Bagheria; Somma (26’st Longobardi), Ferrante, Marafini, Quacquarelli (19’st Zammarchi); Senigagliesi (19’st Zammarchi), Morrone (1’st Giampaolo), Raparo (1’st Alfieri), Minicucci (12’st Ferretti); Sbaffo, Carpani. (A disp. Fallani, Tafa, Ventola, Guidobaldi, Meloni). All. Pagliari.

ARBITRO: Di Graci di Como.

RETI: 5’pt De Santis, 15’pt Lombardi, 17’st Di Massimo, 35’st D’Eramo.

NOTE: espulso al 17’st Di Massimo per doppia ammonizione; ammoniti Simonetti, Quacquarelli, Gatto, Mezzoni, Prezioso, Sbaffo; corner 3-4; recupero 0’pt e 5’st.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS