Una merenda val bene…il polo sciistico regionale: costo 20,2 milioni

(Foto dalla pagina Facebook del Parco Nazionale dei Monti Sibillini)

Summit a San Ginesio. E Sabatini lancia il turismo dei Borghi perche’ l’Europa si accorga delle Marche. Domani su Roto Tvrs, ore 19.35

di Maurizio Verdenelli

Una merenda val bene…la ripartenza post Covid sul piano turistico.
Parliamo del polo sciistico regionale che riprende ora il progetto dello skypass unico abortito qualche anno fa.

Tullio Patassini (Lega)

E parliamo di un incontro a casa di Simone Anzovini con l’onorevole Tullio Patassini (Lega): a tavola è nata l’idea presentata domenica a San Ginesio presso l’Unione Montana dei Monti Azzurri, presenti oltre a Patassini, il presidente Giampiero Feliciotti, il presidente dell’Associazione delle Camere di Commercio delle Marche Gino Sabatini ed il numero uno del parco nazionale dei Sibillini Prof. Andrea Spaterna, prorettore UniCam. Con loro i sindaci dell’area dei Sibillini.

Si riparte con la visione di una montagna “quattro stagioni”, e cioè de-stagionalizzata. E da sei comuni dell’entroterra montano-maceratese e fermano e dai quattro comprensori pre-esistenti.
Il piano industriale prevede spese per 20,2 milioni di euro: nuove piste da sci, seggiovie e cabinovie moderne e due laghi artificiali per l’innevamento. Perché la neve non scende più copiosa come una volta. Alla riunione Sabatini ha lanciato il progetto del turismo dei borghi. “Digitalizzazione, banda extr-large, lavoro per i giovani, recupero dei centri storici e delle antiche dimore, cura per l’ambiente e percorsi eno-gastronomici d’eccellenza. Questa è la filiera giusta per attenzionare l’Europa su questo scrigno che sono le Marche dei borghi” elenca Sabatini.

Sindaco di Fiastra, Sauro Scaficchia

Le ricette ci sono, ma pure…la burocrazia. Il sindaco di Fiastra (cittadina ormai famosa per il decreto “salva Peppina”) ha infatti raccontato una storia esemplare: il borgo di San Giovanni abbandonato negli anni 50 è al centro di un progetto di recupero turistico abitativo. L’investitore c’è, i soldi pure…ma la strada no. Abbiamo chiesto l’intervento dei tecnici del parco, ma toccherà aspettare Luglio”. Conclude il sindaco Scaficchia: “Il nodo è che i privati non possono aspettare i tempi lunghi della burocrazia. Intanto ripartire in queste condizioni è proprio difficile”.
Sul convegno di San Ginesio TVRS trasmetterà un servizio domani alle 19:35 nel proprio Rotocalco.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana