Una discarica a cielo aperto al confine tra San Benedetto e Centobuchi

Secondo quanto riferisce un imprenditore della zona, del caso se ne starebbe occupando la Procura

Sporcizia e degrado in via Scopa, strada al confine tra Centobuchi e San Benedetto del Tronto. I distruttori della natura di notte scaricano materiali di vario genere dove la vegetazione è più alta, nel tentativo di nascondersi mentre commettono il reato contro l’ambiente. Pezzi di legno, sacchi peni di roba, materiale di scarto dei cantieri edili: una vera e propria discarica a cielo aperto in un’area in prossimità di alcune aziende.

Un imprenditore della zona racconta di avere proposto ai Comuni di Monteprandone (in cui ricade la frazione di Centobuchi) e San Benedetto di portare via a sue spese le montagnole di rifiuti. Gli è stato risposto che rischiava di esser denunciato se avesse proceduto alla ripulitura del sito, in quanto del caso se ne sta interessando la Procura.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana