“Un parco termale all’ex Gil”, il turismo secondo Piattoni di Rinascita-0735

“La città ha bisogno di imprenditori ed operatori turistici che investano su San Benedetto del Tronto, che facciano innovazione”

Rinascita Sambenedettese-0735, ritiene che per San Benedetto del Tronto, non occorrano solo buona volontà e spirito d’iniziativa, ma soprattutto le idee, quelle buone, che abbiano un serio fondamento di fattibilità ed amministratori dotati del necessario coraggio per metterle in pratica”, afferma il coordinatore della lista civica Rinascita Sambenedettese-0735, Paolo Piattoni. 
“La nostra è una città disarticolata, senza veri punti di riferimento – le riflessioni di Piattoni – ed aggregazione per i cittadini. Tolte l’isola pedonale ed il lungomare preferito dai più per lo jogging, rimane ben poco. È quindi necessario guardare oltre lo steccato, magari prendendo spunto anche da chi è un passo avanti a noi. La nostra fonte di reddito non arriva dai proventi di una fiorente agricoltura, da una florida produzione industriale o commerciale, né tanto meno dalla pesca (settore in forte crisi da anni). La nostra sopravvivenza la garantisce e non so ancora per quanto tempo il turismo, settore in cui tra le altre cose non si fanno da anni i necessari ed opportuni investimenti, per favorirne un migliore sviluppo. La città, ha bisogno di imprenditori ed operatori turistici che investano su San Benedetto, che facciano innovazione, che impieghino i mezzi necessari che favoriscono l’attrattiva, il richiamo, l’interesse.
L’attuale amministrazione ha il compito di adoperarsi per intercettare gli occorrenti finanziamenti attraverso il Pnrr, ma deve anche attrarre a sé i vari settori imprenditoriali, mettendo sul piatto un ventaglio di progetti prontamente attuabili, oltre a formule ed agevolazioni che rendano allettante scommettere sulla città.
Chiaramente la comunità non ha bisogno dell’imprenditore disposto a realizzare una rotatoria, chiedendo in cambio qualche migliaio di metri cubi da realizzare su un’improbabile ed ulteriore cementificazione edilizia del territorio. San Benedetto ha bisogno di visionari con la testa sulle spalle, imprenditori solidi ed in grado di fare investimenti durevoli e che producano ritorni economici per tutti gli abitanti”.
La Città dello Sport. “In questo contesto, ad esempio, La Città dello Sport – ancora Piattoni – rappresenta una proposta ed un progetto attuabile che darebbe seguito, se realizzata, ad uno sviluppo turistico/sportivo dai risvolti economici inimmaginabili. Per altro trattasi di progetto che può essere facilmente sottoposto all’attenzione di grandi multinazionali che producono abbigliamento e attrezzature sportive.
Un parco termale all’ex Gil, sul lungomare. “Un altro progetto possibile che pure sarebbe utile al sostegno e rilancio del nostro turismo e dell’aggregazione sociale cittadina, potrebbe essere, e noi di Rinascita Sambenedettese-0735 ne siamo convinti, la realizzazione di un parco termale, attraverso l’impiego della tecnologia geotermica. Oggi infatti, attraverso particolari impianti geotermici è possibile realizzare un parco termale con tutte le caratteristiche offerte da altre realtà naturali. A tale proposito sono stati fatti studi specifici in passato. L’area ove potrebbe sorgere la struttura è quella dell’ex Gil per la sua particolare posizione topografica. I risvolti e ritorni, in termini sociali ed economici per la nostra comunità, sarebbero estremamente importanti e significativi – conclude Paolo Piattoni – oltre che determinanti per il rilancio turistico anche nella stagione invernale”.

Franco Cameli
Author: Franco Cameli

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS