Un Natale al freddo e al gelo, arriva la neve

Correnti di maltempo corrono verso l’Europa

Quest’anno le festività di Natale saranno molto particolari e non soltanto per le restrizioni causate dalla pandemia di Covid-19, ma anche perché proprio in corrispondenza dei due giorni della Vigilia e del Natale sull’Italia si realizzerà un vero e proprio ribaltamento climatico. Secondo 3bMeteo, l’attuale fase di instabilità che sta interessando il Nord e parte del Sud è destinata a riassorbirsi con l’inizio della settimana grazie all’arrivo di un promontorio di alta pressione di matrice sub tropicale che si staglierà dal Marocco verso il Mediterraneo centrale. Ma questa stabilità durerà molto poco perché correnti molto fredde di matrice artica marittima si metteranno in moto dalle isole Svalbard verso il cuore dell’Europa puntando anche l’Italia.

Sarà un impulso freddo molto veloce ma non per questo trascurabile, il fronte associato all’aria fredda si addosserà all’arco alpino proprio nella giornata della Vigilia portando nevicate oltre confine a quote via via più basse nell’arco della giornata. Nel contempo sull’Italia il tempo comincerà a mostrare i primi segnali del cambiamento con l’arrivo delle prime nubi e delle prime piogge sui settori più occidentali. Ma il rovesciamento della situazione avverrà solo nella giornata di Natale.

error: Contenuto protetto !!