Un comitato di esperti per approfondire la storia di Caldarola

L’iniziativa per rendere onore alla memoria del cardinale Giovanni Evangelista Pallotta al IV centenario della morte

Il sindaco di Caldarola

L’Amministrazione comunale di Caldarola in collaborazione con la Parrocchia dei SS. Martino e Gregorio, allo scopo di rendere onore alla memoria del cardinale Giovanni Evangelista Pallotta, a partire da quest’anno, IV centenario della morte, ha in programma di costituire un Comitato di esperti in diverse discipline, storici, funzionari del Ministero Beni Culturali e docenti universitari per predisporre un programma di manifestazioni, di studi di approfondimento e pubblicazioni. Tutti i lavori saranno finalizzati ad approfondimenti sulla storia della Caldarola di fine Cinquecento.

Il momento storico che stiamo vivendo, post sisma 2016, è di nuovo un punto di svolta epocale per la città. Lo studio delle grandi trasformazioni avvenute per volontà e grazie all’enorme sostegno economico del cardinale è fondamentale e deve dare grande spinta alla concreta ricostruzione di tutta Caldarola e di certo del suo cuore antico. La promozione di questa  Terra, dal leggero peso politico (per numero di abitanti e dimensione territoriale) è da sempre sostenuta dall’enorme ricchezza di beni storico artistici.

Il cardinale, grazie all’esperienza a Roma, fu fondamentale per Caldarola. La bolla pontificia “Quae publice utilia et decora” promulgata nel 1574 da papa Gregorio XIII fissava norme edilizie che prevedevano: l’allargamento delle strade, le rettifiche dei vicoli tortuosi, l’accorpamento delle proprietà edilizie, l’obbligo di mantenere la continuità dei fronti stradali almeno delimitando le aree libere con alti muri di recinzione. Tutto questo si può vedere messo in opera a Caldarola. Il cardinale seguì alla lettera le disposizioni normative realizzando un’accurata urbanizzazione.

La consapevolezza del rilevante ruolo che Evangelista Pallotta avuto nella Caldarola di fine Cinquecento, così come in quella contemporanea, induce ad avviare oggi, studi di approfondimento sulla figura e sul ruolo che il cardinale ha avuto nel suo tempo nella nostra terra e a Roma. I lavori avviati oggi vedranno il loro svolgimento nel corso di questo e del prossimo anno con studi di diverse tipologie. Studiosi verranno chiamati a dare il loro contributo per approfondire i temi in programma, quali: la famiglia, i rapporti con la Municipalità, le fonti; il prestigioso ruolo nella curia romana, le nomine, le cariche e la concessione dei lucrosi benefici; l’urbanistica, l’architettura, le maestranze; le arti e le manifatture; la memoria, la biografia.  Il cardinale Evangelista, nella sua epoca dette vita ad una grande opera di Rinnovamento, nei nostri giorni, le giornate di studio saranno prezioso fondamento per la Ricostruzione post sisma.

 

Domani, giorno del IV centenario, verrà celebrata in memoria la Santa Messa alle 18.00, all’aperto, nello spazio antistante il Monastero SAE, la cittadinanza è invitata a partecipare, seguendo le procedure anti-covid.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi