Ulivello e l’infortunio: “Più grave del previsto, lo slittamento del campionato mi aiuta”

Matteo Ulivello

PROMOZIONE – L’attaccante del Montecosaro, alle prese con una frattura alla caviglia, fa anche il punto sul torneo: “Tra due settimane difficilmente si tornerà a giocare”

Una vittoria con il Corridonia e poi il ko di misura contro la Maceratese. Così il Montecosaro si è congedato dal 2021 per una pausa che che dovrà durare più a lungo del previsto visto lo slittamento della ripresa del campionato al weekend del 22 e 23 gennaio.

Una situazione di cui potrebbe beneficiare il bomber giallorosso, ovvero Matteo Ulivello. L’attaccante infatti, era in campo in entrambi i match, ma da tempo stringeva i denti e poi la brutta notizia. “Purtroppo è stato un girone d’andata da incubo per me. Quando avevo iniziato a trovare con continuità la via del gol mi son dovuto fermare. Poi il rientro ma non sono mai stato al meglio. Da ulteriori esami si è evidenziata una frattura alla caviglia, quindi la situazione è risultata più grave di quanto potessi credere”.

Ha stretto tante volte i denti Ulivello, ma ora si prospetta un altro stop. “Praticamente potrei iniziare ad allenarmi un po’ solo a partire dal 16 gennaio. Dopodiché, piano piano, dovrò rimettermi in carreggiata per far bene nella seconda parte di stagione. Egoisticamente potrei dire che questo slittamento cade a pennello con il mio recupero dell’infortunio, ma vista la situazione pandemica attuale era inevitabile. Rischiare di giocare per poi ritrovarsi un campionato pieno di contagi e partite rinviate non era il massimo. E credo che le due settimane non siano sufficienti per permettere alle squadre di ripartire in sicurezza, non escludo che questo stop verrà prorogato. Dal canto mio, meno si gioca ora e meglio è. Quando sarò pronto vorrò dare il massimo contributo per guidare alla salvezza il Montecosaro”.

 

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana