Ufficiale, De Filippis dice addio alla Civitanovese: “Con Profili impossibile parlare, dispiace sia finita così”

CALCIO – Il tecnico laziale è amareggiato e non trova risposte: “Avevamo programmato tutto, all’improvviso il caos. Ho rifiutato offerte importanti e ora mi ritrovo senza un lavoro e con una famiglia da portare avanti”

Continua il silenzio sul futuro della Civitanovese e lo smarrimento da parte di tutti si tocca con mano. C’è incredulità su quello che sta succedendo e i tifosi e gli addetti ai lavori si chiedono dove sta tutta la programmazione che è stata più volte ripetuta da Profili, il quale ha sempre dichiarato di volere riportare la Civitanovese in alto. Una cosa è certa, in città c’è pessimismo perché il Presidente tace e quel poco di credibilità ed entusiasmo ritrovato nell’ultimo anno dopo l’indifferenza totale che si era manifestata in Prima categoria, nonostante la squadra aveva vinto tutto. In molti si chiedono, cosa c’è sotto? Se avevano deciso di mollare, perché non lo hanno detto subito? Il Presidente Profili appena risolti i problemi legati alla liquidazione con Vincenzo Lo Torto che detiene il 25% delle quote, rimarrà unico proprietario e dovrà mettere mano a tutto e rifondare un organigramma credibile, però deve fare in fretta perché il tempo stringe e si sa che la fretta è una cattiva consigliera. Gli interrogativi della gente sono tanti. Quale squadra scenderà in campo? Sarà un gruppo destinato a vivacchiare nel campionato di Promozione o ambizioso? Insomma, tutte domande lecite considerato il silenzio tombale da parte di chi dovrebbe spiegare. Fonti dicono che nelle prossime ore debba incontrare alcuni imprenditori che dovrebbero dargli una mano, però perché non lo hanno fatto prima quando le acque erano calme? L’ostacolo era la presenza di Di Meo e Lo Torto? Tutto questo caos messo in piedi è servito per liberasi dei due pescaresi? Chi c’è dietro Profili che lo sta consigliando? Attualmente vicino al Presidente Profili è rimasto Giovanni Ciarlantini, un uomo ligio al dovere e aziendalista. Lo abbiamo interpellato, ma anche lui ha tenuto la bocca chiusa, dicendo che lui è concentrato sul campus del Real Madrid che prenderà il via tra poche ore. Però immaginiamo che la Civitanovese avrà un ruolo di spicco considerata la sua enorme capacità ed essendo uomo di campo, più che dietro la scrivania non ci stupiremmo se sarà lui a guidare la Civitanovese e casomai insieme al fido Gesuelli uscito proprio nei giorni scorsi dai quadri tecnici della Sangiustese. Oppure al Giovanni di Caldarola, potrebbe essergli affidato un ruolo manageriale come direttore sportivo considerate le grandi conoscenze maturate in tanti anni di carriera. Ovviamente sono tutte supposizioni, gli sviluppi nei dei prossimi giorni potrebbero dirci qualcosa in più. Abbiamo sentito poche ore fa Davide De Filippis e molto amareggiato ha detto: “Sono sconcertato e smarrito. Non capisco perché è successo questo terremoto. Pochi giorni fa sono venuto a Civitanova e avevamo programmato la stagione nei minimi particolari. Avevamo deciso la squadra che tra le tante conferme e 4 o 5 arrivi  di spessore saremmo stati in grado di fare un grandissimo campionato. Sono ripartito da Civitanova – ha continuato – sereno e convinto che quest’anno non avremmo fallito l’obbiettivo. In poco tempo invece, è cambiato tutto lo scenario. Mi sono chiesto perché non me lo hanno detto. Io sono un uomo di parola e per la Civitanovese ho rifiutato altre proposte importanti tra le quali quelle del Terracina. Ho una famiglia da portare avanti e mi trovo senza lavoro e questa situazione mi pesa tantissimo. Sarò un sognatore e fino a ieri ci credevo, ora non più perché ho chiamato più volte Profili il quale non mi ha risposto. Quando finalmente ho sentito la sua voce mi ha detto che aveva da fare e mi avrebbe richiamato. Sono trascorse alcune ore (oggi mercoledì 3 luglio ndr) e ancora non l’ha fatto. Sono senza parole. Ora spero che qualcuno mi chiami e mi faccia lavorare. E’ stato bellissimo vivere a 360 gradi Civitanova e saluto tutti i tifosi che amo e porterò sempre nel cuore. Mi dispiace che sia finita così, si saremmo divertiti”.

Claudio Comirato
Author: Claudio Comirato

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS