Trovato in stato di decomposizione nella roulotte dove viveva

Choc nelle campagne di Treia, Marco Stacchio (47 anni) era morto da giorni

Dopo il terremoto del 2016, aveva deciso di “ritirarsi” in roulotte, dove viveva nelle campagne di Treia, in solitudine. Ed in solitudine Marco Stacchio, 47 anni, è morto senza che nessuno potesse aiutarlo. Un probabile malore alla base del dramma. Il corpo dell’uomo, esanime, è stato ritrovato in forte stato di decomposizione nelle scorse ore, dopo che la madre, preoccupata per le scarse notizie del figlio, aveva lanciato l’allarme.

Non lo sentiva dal 20 novembre. Così si è azionata la macchina dei soccorsi con polizia locali, carabinieri, sanitari del 118. Terribile è stata la scoperta. Stacchio aveva fatto una scelta di vita precisa, non abbandonare il terreno della casa in cui risiedeva prima del sisma – dichiarata inagibile a seguito delle scosse -, rimanendo in roulotte e isolandosi da tutto. Era disoccupato, rifiutava aiuti. La notizia della sua morte ha lasciato nel dolore tutta Treia.

Potrebbe interessarti anche
 
 
 
 
 
 

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS

[uwp_login]