Troppo Genoa per questo Ascoli

Mister Seccardini

PRIMAVERA 1 – I baby bianconeri di Seccardini perdono 4 a 2 tra le mura amiche

di Luca Gabrielli

Decima sconfitta in undici turni per i baby bianconeri che escono da Sant’Egidio con una risultato (4-2) frutto di una partenza fulminea del Genoa capace di andare in gol due volte nei primi nove minuti. Passato il periodo di sbandamento iniziale, l’Ascoli Primavera di mister Seccardini ha sfiorato più volte la rete, riaprendo la partita con Colistra prima e con D’Agostino dopo il gol di Besaggio. Il gol di Estrella ha poi fermato la rimonta ascolana chiudendo il match nella ripresa.

Il Genoa di mister Chiappino si presenta ad Ascoli con la migliore formazione possibile, un 3-5-2 che all’occorrenza si trasforma in un 5-3-2. Tononi tra i pali con Piccardo a guidare la difesa insieme a Gjlini e Dumbravanu. Boli e Boci a far su e giù sulle fasce con Tuchet, Besaggio e il talentino Eyango (due presenze in A in stagione per lui) a formare la difa di centrocampo. Kallon e l’ex Roma Estrella rappresentano i terminali offensivi. L’Ascoli di Seccardini deve rinunciare a Pulsoni per il riacutizzarsi di un problema alla schiena durante il riscaldamento e butta in campo Rosolino all’esordio insieme ad Alagna, Markovic e Gurini a formare la linea difensiva davanti a Bolletta. A Ceccarelli sono affidate le chiavi del centrocampo con il supporto di Lisi e Colistra, Olivieri funge da raccordo con la coppia Intinacelli e D’Agostino.

Parte subito forte il Genoa che prima si guadagna un calcio d’angolo dopo una bella conclusione di Estrella e dal successivo corner è lo stesso attaccante a girare di testa il pallone alle spalle dell’incolpevole Bolletta. Al 9′ è già sul due a zero: fallo su Kallon, lo stesso attaccante batte il calcio di punizione, si accende una mischia in area e Gjlini anticipa tutti e deposita in rete. L’Ascoli è in confusione ma D’Agostino prova a prendere in mano la squadra, prima chiede un calcio di rigore per un contatto dubbio in area, poi costringe Besaggio a spazzare in angolo dopo un azione personale. Il Genoa va vicinissimo al tris con Eyango ma Bolletta mette in angolo, un minuto dopo accorciano i bianconeri. Azione di Intinacelli sull’out di sinistra, palla in mezzo e Colistra, alla seconda rete stagionale, anticipa tutti di testa. L’Ascoli ci prova e va vicino al pareggio con Olivieri, nel miglior momento dei ragazzi di Seccardini, è però il Genoa ad andare ancora in gol con Besaggio che raccoglie un cross dalla destra di Eyango e sembra chiudere il match già nel primo tempo.

Seccardini lascia Rosolino negli spogliatoi e inserisce Marucci e il secondo tempo riparte con l’Ascoli all’attacco. Colistra si guadagna un fallo con conseguente ammonizione di Dumbravanu, D’Agostino si incarica della battuta e realizza una splendida rete riaprendo cosi la partita. Il tempo di riordinare le idee e il Genoa va ancora a segno, sempre con Estrella che realizza, dopo un assist di Kallon, solo davanti a Bolletta. Seccardini butta nella mischia Re al posto di Intinacelli. L’attaccante classe 2003 crea subito scompiglio nella difesa avversaria guadagnandosi un calcio di punizione dal limite, calciato poi alto. Sempre Re, prima crea problemi a Tononi con un traversone insidioso e poi, dopo un’azione personale si accentra ma calcia troppo alto di sinistro. Al 79′ un errore di Turchet rischia di spianare la strada ad Ibrahimi, steso al limite dell’area. Ci prova Re, pallone alto non di molto. Cambia ancora l’Ascoli con D’Ainzara, Cudjoe e Ibrahimi che prendono il posto di Gurini, Colistra e D’Agostino. Proprio D’Ainzara mette in mezzo un cross insidioso dalla sinistra, la palla si stampa sul palo permettendo poi a Tononi di intervenire. Dopo quattro minuti di recupero il signor Repace di Perugia pone fine alle ostilità con l’Ascoli che esce sconfitto dal Genoa. I rossoblu fanno un deciso passo in avanti in classifica mentre i bianconeri restano fanalino di coda con un solo punto in classifica.

Il tabellino

ASCOLI – GENOA 2-4

ASCOLI (4-3-1-2): Bolletta; Rosolino (1’st Marucci), Markovic, Alagna, Gurini (33’st D’Ainzara); Colistra (33’st Cudjoe), Ceccarelli, Lisi; Olivieri; Intinacelli (19’st Re), D’Agostino (33’st Ibrahimi). A disp. Maresca, Rossi, Suliani, Luongo, Riccardi, Silvestri, Raffaelli. All. Seccardini

GENOA (3-5-2): Tononi; Gjlin, Dumbruvanu, Piccardo; Boli, Eyango (37’st Sadiku), Besaggio, Turchet (37’st Cenci), Boci (25’st Zaccone); Estrella (25’st Conti), Kallon (47’st Della Pietra). A disp. Della Pinna, Marcandalli, Maglione, Konig, Corci. All. Chiappino

Reti: 5’pt e 15’st Estrella (G), 9’pt Gjlin (G), 34’pt Colistra (A), 41’pt Besaggio (G), 6’st D’Agostino (A)

Ammoniti: Piccardo, Dumbravanu, Estrella (G) e Marucci (A)

error: Contenuto protetto !!