Travolta e uccisa mentre scappa per i petardi: petizione dei cittadini per dire basta ai botti

L’iniziativa di alcuni cittadini di Loreto dopo l’incidente che ha portato alla morte del pastore australiano Sally

Una sorta di mobilitazione popolare contro l’utilizzo dei petardi è partita a Loreto a seguito dell’incidente che pochi giorni fa ha portato alla morte della cagnolina Sally. Questo splendido esemplare di pastore australiano di 12 anni, infatti, è stato travolto e ucciso da un’auto mentre fuggiva impaurito dallo scoppio di petardi sparati da alcuni bambini in via Brecce.

L’incidente ha aperto una ampia discussione in rete, fino ad arrivare ad una petizione da presentare al sindaco di Loreto dove si legge “Durante l’anno, non solo ad Halloween, Capodanno o altre feste simili, i ragazzini hanno sempre la possibilità di acquistare ed esplodere fuochi tipo petardi», ma con il loro lancio «si possono provocare infortuni, talvolta con danni gravi e irreversibili a persone e cose, anche nel caso di utilizzo di petardi di libera vendita, in quanto materiali esplodenti in grado di provocare danni fisici, sia agli utilizzatori che ai soggetti che ne siano fortuitamente colpiti. L’uso e l’esplosione di tali prodotti possono provocare danni alla salute anche sotto il profilo dello stress sui soggetti più deboli e provocano analoghe conseguenze sugli animali, causando spavento, perdita del senso dell’orientamento e rischio di smarrimento, con pregiudizio per la loro incolumità e per la sicurezza in generale e stradale». I cittadini promotori, tramite la petizione, chiedono al sindaco Niccoletti «un’ordinanza per vietare che tutto ciò abbia un seguito, ordinanza che molti altri comuni italiani hanno disposto per evitare l’uso e l’esplosione di tali prodotti».

Franco Cameli
Author: Franco Cameli

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS