Tratta ferroviaria Civitanova – Albacina: lungaggini e penalizzazioni

Fratelli d’Italia Tolentino: “La Regione Marche continua a penalizzare l’entroterra Maceratese e le zone più colpite dal terremoto”

Riceviamo e pubblichiamo da Fratelli d’Italia Tolentino

In pompa magna sono stati presentati i lavori che interesseranno la tratta ferroviaria Civitanova – Albacina a partire dal primo luglio e che termineranno nel 2024. Ben cinque anni! Ci sembra opportuno ricordare che la tratta Albacina – Civitanova Marche venne realizzata nella sua interezza negli anni che vanno dal 1884 al 1888 e, ovviamente con i mezzi e le tecnologie del tempo. Ma non basta; la Regione Marche guidata, speriamo ancora per poco, dalla sinistra continua a penalizzare l’entroterra Maceratese e le zone più colpite dal terremoto.

La riprova? da luglio e fino al 25 agosto la tratta Civitanova – Albacina sarà interrotta e sostituita dal servizio bus. La domenica, ad esempio, da Tolentino per chi vuole recarsi al mare vi sono tre comode (si fa per dire) corse: alle ore 8.34 , 14.06 e 16.49. Stessi disagi ovviamente per chi volesse partire da San Severino, Matelica e Castelraimondo. Ma non basta; ci si deve spiegare perché da Macerata le partenze sono ben sei. Crediamo che così si penalizzi l’entroterra e che il trasporto ferroviario vada completamente rivisto a vantaggio di una metro di superficie che non sia penalizzante per l’entroterra.

 

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS