Trasporto pubblico e riapertura delle scuole, l’assessore Simonella fa il punto

ANCONA – “Potenzieremo le linee. Ci saranno stewards a bordo e a terra per controllare il rispetto delle norme”

Alla vigilia delle riaperture delle scuole cosa che avverrà lunedì 14 settembre, l’assessore con delega ai trasporti, Ida Simonella, ha affidato a Facebook una sorta di messaggio rassicurante circa l’impegno del comune di Ancona nel garantire tutte le misure atte a contenere la diffusione del Covid19: “Eravamo nei parametri previsti dalle norme sul distanziamento nei mezzi pubblici. Potevamo starci con i normali servizi di trasporto ma abbiamo deciso di fare di più ad Ancona. Potenziamo alcune linee che servono le scuole in prossimità dell’entrata/uscita dei ragazzi. Saranno 31 corse in più: 2 e 3 (Rinaldini, Mannucci, Savoia Benincasa), 46 (Galilei, ISTVASS), 6 (Rinaldini, Mannucci, Savoia Benincasa), 44 (Galilei, Podesti), 24 (ISTVASS), 30 (Volterra Elia), oltre ad alcuni percorsi speciali per Istituti Galilei, Podesti, Volterra Elia”.

“Su queste linee ci saranno anche stewards a bordo e a terra. – continua l’assessore Simonella – Passeranno da un autobus all’altro per verificare che tutti abbiano la mascherina, che non salgano troppe persone, che non si verifichino assembramenti. Costerà al bilancio comunale almeno 100.000 euro in più fino a dicembre. E se queste misure non fossero sufficienti (verificheremo nella prima settimana) potenzieremo ulteriormente”.

“Non si trovano in un attimo le risorse economiche, specie in periodi di vacche magre per i Comuni. Ma la sicurezza dei ragazzi è una priorità assoluta. A loro però, specie a quelli che usano i mezzi pubblici e son già grandicelli, chiediamo di essere responsabili e di adottare comportamenti corretti“.