Tra l’architettura rinascimentale e medicine del settecento, partono le “Giornate Fai”

Antica Farmacia

A Jesi aperti Palazzo della Signoria e l’Antica Farmacia “Fatebenefratelli”

di Marica Massaccesi

A Jesi sono due i luoghi culturali protagonisti delle “Giornate FAI di Primavera“. Nelle giornate del 15 e 16 maggio 2021, slittate di due mesi a causa della pandemia, si apriranno le porte del Palazzo della Signoria e dell’Antica Farmacia dell’ospedale Fatebenefratelli. Le visite, organizzate dal gruppo Fai di Jesi e Vallesina, si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative anti-covid: mascherina, misurazione della temperatura, distanziamento di almeno 1,5 metri e gel igienizzante.

Palazzo della Signoria

Il primo delle due realtà museali aperte ai visitatori è Palazzo della Signoria, situato in piazza Colocci. Il palazzo storico dell’ architetto senese della corte di Federico da Montefeltro, Francesco di Giorgio Martini, è dell’epoca rinascimentale e all’interno di esso si potrà ammirare la sua storia e la sua architettura. A seguire la visita interesserà la Sala Maggiore con il soffitto a cassonetti in legno e la Sala Planettiana con la splendida collezione di libri della famiglia Pianetti. Per finire c’è la Salara, l’antico magazzino del sale, oggi sala lettura della biblioteca di Jesi.

Il secondo è l’Antica Farmacia dell’ospedale Fatebenefratelli, in via Corso Matteotti. Nella farmacia, oggi chiusa al pubblico, si potrà scoprire come si preparavano le medicine al suo interno nel Settecento e le curiosità di quest’ambiente. A fare da cornici i bellissimi arredi, il mobilio intatto e il laboratorio sotterraneo.

LE ULTIME DA ANCONA E PROVINCIA