Tolentino sul palcoscenico del ‘Vaccaj’: ‘no stop’ teatrale firmato Saverio Marconi

Al Vaccaj durante la 'no stop': un prigetto della Compagnia della Rancia

Musicisti, poeti, cantanti, corpi di danza in azione ininterrottamente per 36 ore. Tra il pubblico il nuovo sindaco Mauro Sclavi ed Alessia Pupo

di Maurizio Verdenelli

‘Re’ per almeno mezz’ora. Gia’, perche’ ‘re’ per una notte, quella tra il 1 e il 2 luglio scorso, al ‘Nicola Vaccaj’ di Tolentino e’ stato Saverio Marconi.

Il Signore del musical italiano, fondatore della Compagnia della Rancia con Paolucci, Renzullo, Bocci e Zenobi (e direttore della Centro teatrale Sangallo) e’ stato infatti l’ideatore e protagonista del progetto ’36 ore no stop/a teatro mi sento a casa’.

Alessia Pupo, Maurizio Verdenelli e la violinista Ilenua Porfiri al ‘Vaccaj’

Che ha visto sul palco nobile del ‘Vaccaj’ quasi senza soluzione di continuita’, musicisti, cantanti, ballerini ‘re per mezz’ora (almeno)’. Davanti ad una platea certamente non affollata ma che ha visto la presenza appassionata ed affettuosa dei due grandi vincitori del ballottaggio elettorale. Sono loro, Mauro Sclavi, il nuovo sindaco ed Alessia Pupo (figlia dell’indimenticabile Ermanno) i protagonisti attesi del dopo Pezzanesi. Certamente Sclavi, scrittore di teatro, legato alla tradizione letteraria del territorio, non poteva mancare a questo appuntamento con lo spettacolo prodotto dalla base. Una base da cui Marconi&friends ha trovato l’ispirazione per il suo enorme successo ‘grandi firme’ (un nome per tutti: Lorella Cuccarini).

Il sindaco Mauro Sclavi con il musicista Luciano Carletti

Sognando magari le star sul palco si sono avvicendati, in 36 ore Elena Fefe’ al piano, Viola Giustozzi (voce), nonni rock, The cheese girls, Zagreus (letture), gli ex allievi del Sangallo, Cantiere Danzarte, Ist. musicale Vaccaj, Nazareno Paparoni (Saverio Marconi dalle 22.39 alle 1.30), The easy winners clarinet band, Ilaria Battaglioni, Centro Sangallo ed Altrascena (danza); Ilenia Porfiri, violini, Luciano Carletti, organetto; Giuseppe Camilletti al piano, Francesco Zuccacosta al piano, Ass. Bura 988 e Liberamente, Simone Cioci, Maria Mizioli, Anna Giovannini (clarinetto e piano), Isabella Fabrizi e Paolo Monaldi, flamenco; Caccia al tesoro; Compagnia Instabile, Le mezze facce di Tolentino, Giulia Cicetti, monologo. Gran finale con Marconi.

Nella mattinata di ieri (intervenuto pure il maestro restauratore Silvano Arcangeli che ha collaborato al recupero del teatro dopo il rovinoso rogo) gran ‘fuori programma” musicale con bis a profusione in piazzetta con l’organetto di Carletti e la voce della Porfiri. Saltarello e stornelli da far impallidire Nicola Vaccaj!

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia