Tolentino, Comitato 30 Ottobre: “Un cronoprogramma dopo tre anni è insufficiente”

Dal Comitato 30 Ottobre Tolentino riceviamo

“Il bilancio sull’incontro avuto martedì scorso nell’assise comunale con il Capo della Protezione civile Nazionale Angelo Borrelli, ha svelato le ferite profonde presenti nel corpo vivo della città di Tolentino. A parte le affermazioni con le quali ha esordito (quel lodare la “lungimiranza” che avrebbe mostrato l’amministrazione comunale nel non aver predisposto né SAE né appartamenti stride troppo con la reale situazione che la popolazione sta vivendo, lasciando sottintendere che tutti i comuni che si sono adoperati per il ritorno degli sfollati nei ripettivi territori sono stati miopi e sciocchi!), durante l’assise sono emerse chiaramente tutte le criticità della situazione di Tolentino.

Nel ringraziare i consiglieri comunali Prugni, Corvatta, Mercorelli, Cicconetti e Quercetti per aver saputo porre le priorità nella giusta prospettiva ed aver cercato di presentare una fotografia realistica di Tolentino, ci permettiamo sollecitare il Dipartimento nazionale della Protezione Civile affinchè vigili in maniera attenta sulla nostra città.

Il fatto che sia stata strappata la promessa di un “cronoprogramma” circa i tempi di consegna di alloggi per gli aventi diritto entro dieci giorni, dopo che sono passati quasi tre anni di assoluto immobilismo, appare come un primo passo, anche se insufficiente, dato che è da due anni che l’amministrazione annuncia tempi certi per la consegna degli appartamenti, salvo poi rimangiarsi la parola data a ridosso delle scadenze annunciate.

Vogliamo pertanto fare appello alla serietà dell’istituzione che il dottor Borrelli dirige, proprio per scongiurare l’ennesima beffa ai danni dei tanti concittadini che, in mezzo ai tanti disagi e drammi causati dal terremoto, si sentono letteralmente presi in giro proprio da chi dovrebbe garantirli in quanto diretto rappresentante, auspicando che non vengano più dati “assegni in bianco” a chi ha dimostrato di voler approfittare della situazione senza offrire alcuna soluzione concreta a chi ne ha diritto. Ne va della credibilità stessa di tutte le istituzioni.”

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia