Tirreno-Adriatico, Simon Yates re dei due Mari: crono alla freccia Ganna

Simon Yates con il tridente di campione

CICLISMO – Il britannico della Mitchelton Scott difende il primato nell’ultima frazione di San Benedetto del Tronto e vince la 55esima edizione

Come sempre suggestiva, affascinante e mozzafiato l’ottava e ultima frazione della Tirreno-Adriatico, una cronometro di 10 chilometri percorrendo il lungomare di San Benedetto del Tronto con arrivo sul viale Buozzi.

Filippo Ganna

La locomotiva di giornata è il campione italiano della specialità Filippo Ganna. La freccia tricolore della Ineos Grenadiers ha fermato il tempo a 10’42”, con una velocità media clamorosa di 56.636 km/h, record assoluto nella storia della Tirreno migliorando di 26″ il tempo di Fabian Cancellara (2016). Imprendibile anche per un altro mostro della specialità come Victor Campenaerts (detentore del record dell’ora) arrivato con 18″ di ritardo.

Il focus principale era però sulla Maglia Azzurra. Simon Yates è il vincitore della 55esima edizione della Tirreno Adriatico. Il corridore della Mitchelton Scott è riuscito a difendere il simbolo del primato nell’ultima tappa, cosa che non è riuscita al suo fratello gemello Adam l0 scorso anno cedendo a Roglic. Ultimi 10 chilometri della Corsa dei due Mari a tutta per il britannico, bravo a tenersi alle spalle nella classifica generale il connazionale Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) a 17″. Terzo posto per il Rafal Majka della Bora-Hansgrohe con 29″ di ritardo.

 

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia