Tim Cup: rigori fatali, Fermana fuori con la Carrarese

COPPA ITALIA – Lotteria amara per i canarini condannati dall’errore di Manetta al sesto tentativo. Nei tempi regolamentari gialloblu avanti in trasferta con Cognigni prima della risposta locale di Valente

di Lorenzo Attorresi

Rigori fatali per la Fermana in Tim Cup. I gialloblu hanno accarezzato con mano il sogno di andare allo Stirpe di Frosinone, ma allo Stadio dei Marmi a passare in Coppa sono stati i padroni di casa della Carrarese di Silvio Baldini che nei tempi regolamentari hanno rimontato gli ospiti (avanti con il rigore di Cognigni nella prima frazione) grazie al diagonale dell’ex Samb Valente e poi nella lotteria dagli undici metri è stata premiata dalla parata dell’ex Maceratese Forte, decisivo nel respingere il tiro a oltranza di Manetta.

Confermata anche la regola che chi sbaglia per primo ai rigori vince: l’estremo gialloblu Valentini aveva ipnotizzato subito Bentivenga, ma nel corso della serie l’errore di Ricciardi ha rimesso tutto in discussione e al sesto tiro è arrivato lo sbaglio di Manetta. Un peccato per la Fermana, anche perché alla fine dei 90’ aveva avuto due grosse chance di chiudere la contesa con Cognigni e Mantini: entrambi però, hanno difettato la mira buttandola alta da buonissima posizione. Nell’extra time invece, era stato molto pericoloso il neo entrato Zerbo (con il 7 sulla schiena, ma la numerazione per il campionato potrebbe cambiare con tanti ringraziamenti da parte di Petrucci, assente in Coppa…). La Carrarese però, ha ribattuto colpo su colpo e ha dimostrato le sue belle doti, emerse alla fine soltanto ai rigori. Da notare la formazione over schierata da Destro che ha privilegiato gli anziani ai giovani non facendo questi minutaggio in Tim Cup a differenza del campionato. Dentro dunque il portiere Valentini e non il ’99 Palombo, così come fuori il ’98 Liguori e in campo il tridente “grande” Bacio Terracino, Cognigni e D’Angelo. Nel 4-3-3 si sono viste buone trame. Nota poco positiva, l’infortunio di De Pascalis (sembra muscolare): il terzino ex Nardò ha abbandonato il campo prima della fine del primo tempo, sostituito dal centrale over Manetta. Colui che all’ultimo rigore è stato sfortunato protagonista. Dispiacerà molto allo stopper laziale, proprio lui, cresciuto nella Primavera del Frosinone che domenica prossima non potrà affrontare da avversario una decina d’anni dopo.

Il tabellino

CARRARESE – FERMANA 6-5 d.c.r. (1-1 al 120′)

CARRARESE (4-2-3-1): Forte; Mezzoni, Tedeschi, Conson (12’st Murolo), Ciancio; Pasciuti, Cardoselli; Bentivegna, Biasci, Valente; Maccarone (12’st Manneh). (A disp: Pulidori, Fantini, Scolari, Panati, Fortunati, Foresta, Maccabruni, Petriccioli). All. Baldini

FERMANA (4-3-3): Valentini; De Pascalis (43’pt Manetta), Comotto, Scrosta, Sperotto; Urbinati (20’st Isacco), Ricciardi, Mantini; D’Angelo (25’st Liguori), Cognigni, Bacio Terracino (1’pts Zerbo) (A disp.: Palombo, Renzi, Nepi, Bellini, Nasic) All. Destro.

ARBITRO: Francesco Luciani di Roma 1

RETI: 24’pt Cognigni (F) su rigore, 17’st Valente (C)

SEQUENZA RIGORI: Bentivenga (C) parato; Cognigni (F) gol; Valente (C) gol; Ricciardi (F) parato; Biasci ( C) gol; Zerbo (F) gol; Pasciuti (C) gol; Isacco (F) gol; Murolo (C) gol; Liguori (F) gol; Cardoselli (C) gol; Manetta (F) parato

NOTE: spettatori 500 di cui una ventina circa da Fermo. Ammoniti Cardoselli, Urbinati, Pasciuti, Scrosta, Comotto, Zerbo. Recupero 2’+4’, 0’+2’.

 

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS