“Tifosi Osimana l’uomo in più, contenti per squalifica del campo dimezzata”

ECCELLENZA – Parla il match winner Fermani, sua la rete che ha battuto il Monturano. “Grande sponda di Tittarelli”

L’Osimana è tornata domenica alla vittoria che mancava ormai da un mese, dal successo esterno allo stadio La Croce contro il Montegranaro, battendo sul campo neutro del Vianello di Offagna il Monturano Campiglione grazie alla rete di Nicholas Fermani arrivata ad inizio ripresa che riportato i tre punti in casa giallorossa: “Sapevamo che ogni partita da affrontare in questo campionato è complicata, perché lo dimostra anche la stagione le squadre stanno tutte attaccate e ancora è tutto da decidere – spiega il centrocampista giallorosso – è tutto in ballo per giocarsi i playoff e la vittoria finale e anche per i playout, quindi è molto equilibrato e ogni partita sai che nasconde delle insidie. Il Monturano Campiglione è una squadra che sapevamo gioca bene, anche se sono in una posizione di classifica non proprio comoda per loro, sapevamo che era una squadra che poteva metterci in difficoltà però siamo stati bravi a gestirla e vincerla con questo mio gol che è nato dalla grande sponda di testa di Tittarelli che mi ha permesso di trovarmi a tu per tu col portiere”.

Una vittoria che ora consente ai ragazzi di Alberti di poter rivolgere lo sguardo solo verso l’alto anche se la distanza dal quinto posto resta di cinque lunghezze a quattro partite dalla fine. Ora la lunga pausa del periodo pasquale con le squadre che torneranno in campo il 7 aprile, sicuramente utile per ricaricare le energie e permettere agli infortunati di riprendersi senza troppa urgenza: “Useremo la pausa per recuperare al meglio e allenarci bene per quando ricomincerà il campionato – prosegue Fermani – perché vogliamo fare l’ultimo rush finale al massimo e poi vedere dove siamo riusciti ad arrivare”.

Ieri è arrivata anche la decisione della riduzione della squalifica per il Diana sanzione che resta sempre pesante ma decisamente ridimensionata con il pubblico giallorosso che dovrà attendere la prossima stagione per tornare a sostenere la squadra. Inevitabilmente anche i giocatori ne hanno risentito, come spiega Fermani: “È stata una bella mazzata perché giocare senza tifosi, senza il nostro pubblico non è facile, perché riesce a darti quella spinta in più che serve ogni domenica, sappiamo quanto ci tengono. Siamo contenti che la squalifica sia stata dimezzata per poterli ritrovare presto. Sono il nostro uomo in più sia in casa, ma anche fuori”.

Tanti i problemi affrontati dalla squadra del presidente Campanelli in questa stagione a partire dai tanti problemi fisici, alcuni molto gravi che hanno messo presto fuori causa giocatori importanti anche per tutto il campionato, riducendo la possibilità di poter variare le soluzioni in campo, ma l’unione dello spogliatoio ha permesso ogni volta di rialzarsi: “Quest’anno abbiamo avuto diversi infortuni importanti con i ragazzi che sono ancora fuori per recuperare, ma che sono rimasti sempre con noi durante gli allenamenti, venendo tutti i giorni al campo. Siamo un gran gruppo, molto unito – conclude Fermani – è una cosa positiva, che si fa sentire. Anche la domenica, si fa un unico cerchio e ci si stringe tutti insieme”.

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS