Tidiane inesauribile, prodezza Ramadori

Le pagelle del Casette Verdini

di Nicolò Ottaviani

Morlacco 6,5: incolpevole sulla rete subita, per il resto è sempre attento quando viene chiamato in causa

Donnari 6: dalla sua parte non corre grandi rischi basta questo per dare il suo contributo alla causa

Polinesi 6: nel primo tempo soffre contro Traversa che ha un altro passo ma comunque se la cava con mestiere, nella ripresa prende le misure e cresce alla distanza.

Tidei 6,5: sblocca l’incontro, per il resto lotta e combatte come un leone con i propri avversari in mezzo al campo fino alla sostituzione (32 st Telloni sv)

Menchi 5,5: pesa sulla prestazione l’indecisione difensiva che ha portato alla rete del momentaneo pareggio, un vero peccato.

Tacconi 5,5: anche per il capitano prova simile al compagno di reparto macchia la sua ottima prestazione con quella dormita insieme a Menchi che ha portato al pareggio.

Tidiane 6,5: solita gara di grande sostanza del centrocampista amaranto che corre dietro a tutti per tutto l’arco dei novanta minuti, giocatore davvero indispensabile e inesauribile

Russo 6,5: prova di quantità e qualità del 8 del Casette Verdini che mette in mostra tutte le sue qualità tecniche

Di.Francesco 6,5: Lotta e combatte con i difensori avversari là davanti, nella ripresa sfiora una splendida rete dopo un sombrero da urlo che mette in risalto tutte le sue qualità

Ramadori 7: Decide la gara con una splendida punizione. Gara di grande qualità del 10 amaranto che dimostra di essere un giocatore di categorie superiori. È lui l’uomo in più del Casette, giocatore a cui è impossibile rinunciare .(32 st Aquino sv)

Cirulli 6: meno brillante rispetto alle ultime uscite la prova del classe 2001. Da una sua conclusione nasce la rete del primo vantaggio della sua squadra, per il resto gara di grande generosità e applicazione.

All.Lattanzi 7: la sua squadra compie un altro passo verso il salto di categoria, ora manca il più importante quello di Sabato prossimo che può valere il salto in Promozione dopo un ottimo campionato chiuso alle spalle solo del Matelica. Vittoria tutto sommato meritata per la squadra amaranto che è stata cinica a sfruttare le occasioni avute e a compattarsi nelle difficoltà in una partita equilibrata. Ora testa all’ultimo sforzo per completare il lavoro che merita la sua squadra ma soprattutto una società seria che ha investito molto e merita questo salto.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia