Terremoto, Sindaco a gamba tesa: “Prima nessuno ci ascoltava, adesso le cose sono cambiate”

Gian Luigi Spiganti

Le parole del primo cittadino di Visso, Gian Luigi Spiganti

Sono passati quattro anni e ci sono stati quattro commissari. Tranne Legnini che ha smosso un po’ le cose per il resto il rapporto precedente con la Regione è stato nullo”. E’ il Sindaco di Visso Gian Luigi Spiganti a prendere la parola e intervenire sulla questione terremoto che ad oggi lascia tanti punti interrogativi: “Quando arrivò la vecchia Giunta ci disse che non ci avrebbero lasciati soli e invece così non è stato. Leggo cose non vere di cose passate e anche con le casette abbiamo avuto notevoli disagi. Posso dire che prima non abbiamo avuto le giuste attenzioni mentre adesso le cose sono diverse. Se chiamo il Presidente Acquaroli mi risponde, se chiamo l’Assessore Castelli è sempre a disposizione così come il Vice presidente del consiglio Pasqui che è sempre disponibile. Credo che sia giusto e doveroso spiegare come stanno le cose e soprattutto mettere in risalto chi ci aiuta veramente e chi invece non lo ha fatto”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia