Tenta truffa ad anziano, foglio di via per 47 enne

Il personale della squadra Mobile di Ancona deferiva, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Ancona un cittadino italiano di origine napoletana di anni 47 ritenuto responsabile del reato di tentata truffa aggravata ai danni di una persona anziana. La vicenda trae origine dall’intervento effettuato nella mattinata di ieri 24 aprile dagli investigatori della Squadra Mobile, collaborati dal personale del Posto di Polizia presso il nosocomio di Torrette di Ancona, nella flagranza di un tentativo di truffa in danno di un uomo anconetano di anni 77. La vittima aveva raggiunto l’ospedale di Torrette per effettuare degli accertamenti clinici posteggiando la sua autovettura all’interno del parcheggio. Terminato l’esame l’anziano faceva ritorno al parcheggio per prelevare la sua autovettura e veniva avvicinato da un uomo. Quest’ultimo raggirava l’anziano dicendogli di conoscerlo, di essere un amico del figlio e che quest’ultimo gli aveva richiesto dei pezzi di ricambio di una macchina fotografica; il soggetto, per convincere il malcapitato circa la bontà delle sue affermazioni, simulava anche una conversazione telefonica con il figlio della vittima dicendogli che aveva incontrato casualmente suo padre nel parcheggio dell’ospedale e che avrebbe potuto lasciare a lui i pezzi di ricambio richiesti a fronte del pagamento di una somma pari a 160 euro. La vittima, convinta dal malfattore che su disposizione del figlio avrebbe potuto consegnargli la somma richiesta, siccome sprovvisto di denaro contante, si accordava con l’uomo per andare ad effettuare un prelievo allo sportello bancomat ubicato all’interno della struttura ospedaliera: il malfattore lo avrebbe atteso all’interno del parcheggio per farsi consegnare la somma pattuita. L’anziano, però, dopo aver prelevato il contante allo sportello bancomat, decideva di telefonare al figlio affinché confermasse la dazione di denaro ma quest’ultimo, immediatamente, gli riferiva che si trattava inequivocabilmente di un tentativo di truffa. La vittima a questo punto, prima di tornare al parcheggio con il contante, si portava presso gli uffici del Posto di Polizia dell’ospedale dove raccontava quanto stava accadendo al personale presente. Il personale della Squadra Mobile, una volta giunto sul posto, coadiuvato dai colleghi del Posto di Polizia provvedeva a rintracciare e fermare l’uomo che veniva riconosciuto nell’immediatezza dalla vittima come il responsabile della tentata truffa. Il malvivente, 47enne di origine napoletana, veniva condotto presso gli uffici della Questura e, dopo gli adempimenti di rito, veniva deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Ancona per tentata truffa aggravata. A seguito del fatto il sig. Questore della provincia di Ancona emetteva nei confronti dell’uomo, pregiudicato, la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Ancona per anni 4, notificato nell’immediatezza l’interessato.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS