Tempi duri per Brosco e Quaranta, Lico entra male

Contrasto di gioco (Foto Ascoli Calcio)

PAGELLE ASCOLI – Buchel non a suo agio, Cangiano entra ma non cambia la partita

LEALI 6,5: Ottime parate in diagonale, rasoterra e in volo. Sul gol da due passi può fare ben poco.

PUCINO 6: Di salite offensive ce ne sono poche, dietro è equilibrato dopo alcuni contrasti con il duo offensivo casalingo che perde malamente. Meglio nella ripresa.

82′ PINNA s.v.

BROSCO 5,5: Ogunseye lo porta un po’ a spasso e il rinvio di testa sul gol non è dei migliori.

QUARANTA 6: Corpo a corpo vince parecchi contrasti ma altrettanti ne perde. Giornata dura per i centrali contro due punte fisiche. Ne esce dignitosamente.

KRAGL 6: A piccoli passi verso la miglior condizione, oggi anche qualche discesa in più. Ha l’opportunità su calcio di punizione, ne esce un tiro deviato.

GERBO 6: Non si vede nel primo tempo quando Gargiulo dalle sue parti arriva al tiro due volte. Cresce nel match.

82′ CHIRICO’ sv.

BUCHEL 6: Continua a non essere la sua posizione ideale davanti alla difesa e lo si vede nella fase di costruzione della squadra bianconera. In opposizione su Vita fa una bella gara per 70 minuti, poi maluccio.

SARIC 5,5: Prende più botte che palloni giocabili, ciabatta un destro da fuori che Maniero blocca facilmente. Ci mette grinta, quella nessuno può smentirla.

ERAMO 6: Posizionato da trequartista naviga a vista su Iori, limitandolo. Nei primissimi minuti si inserisce e calcia, poi il Cittadella capisce il giochetto e non gli lascia più il tempo per l’inserimento. Partita molto onesta.

69′ LICO 5: Un giovane trequartista straniero che può entrare sulla trequarti e risolvere la partita, ma non è Diogo Pinto e quindi salta davanti a Brosco limitandogli il rinvio di testa e compartecipando all’azione del gol decisivo. Poi fa poco altro, se non essere rilegato terzino.

TUPTA 6: Tantissimo movimento per un ragazzo che deve trovare più continuità. Non ha occasione di prendere la porta.

82′ PIERINI s.v

BAJIC 6: Si intestardisce nel cercare il gol, cosa che non si può mai additare come errore ad una prima punta. Ha l’occasione nella ripresa con un tiro sul primo palo che Maniero devia. Strana la sua sostituzione.

69′ CANGIANO 5: Entra, lotta, guadagna una punizione ma è l’emblema dell’inconsistenza offensiva del Picchio dal 70′ in poi.

All. SOTTIL 5,5: Partita preparata bene, con l’idea di Eramo sulla trequarti e le palle lunghe, poi però l’Ascoli non è stato capace di cambiare in corsa. Le due sostituzioni di Bajic e Tupta senza lasciare in campo nessuna prima punta non hanno pagato.

 

Ti potrebbero interessare