Tecnologia: navigare in modo sicuro si può: i consigli degli esperti

 

Il web è in continua crescita ed evoluzione. Rispetto a dieci anni fa, ad esempio, internet è un posto completamente diverso e ricco di opportunità per gli utenti, per le aziende e per chiunque ne faccia uso. Allo stesso tempo non mancano le insidie, dalle meno pericolose alle più pericolose. Secondo il sondaggio online realizzato su mille persone e contenuto all’interno del Norton Cyber Security Insights Report gli hacker cattivi sottraggono ben 146,3 miliardi di euro (172 miliardi di dollari) a 978 milioni di consumatori di 20 paesi. In Europa, l’anno passato ha visto attestarsi a 98,2 milioni il numero delle vittime di crimini informatici; il totale del denaro sottratto è stato di 23,3 miliardi di euro. Va subito detto che le definizioni di crimine informatico e di vittima del crimine informatico di Symantec sono piuttosto “larghe”.

La situazione in Italia è abbastanza preoccupante. Oltre 16 milioni di utenti della rete sono caduti in trappole informatiche lo scorso anno, oltre un terzo della popolazione adulta (37%). Le perdite in Italia hanno totalizzato quasi 3,5 miliardi di euro, e ogni vittima ha perso in media più di 2 giorni lavorativi per occuparsi delle conseguenze del crimine informatico subito.

Le vittime sono utenti che utilizzano la rete con regolarità, sono sicuri di sé, utilizzano più dispositivi per connettersi sia da casa sia in mobilità; all’incirca una su tre vittime di crimini informatici utilizza un dispositivo smart per lo streaming (31%), rispetto al 20% di coloro che non sono state vittime di un crimine informatico. Inoltre, chi ha subito un crimine informatico generalmente possiede un dispositivo connesso in rete, ed effettua regolarmente acquisti online via mobile quando non è in casa rispetto alla controparte mai colpita da crimine informatico.

I consigli per navigare in sicurezza

I rischi in rete ci sono, ma è possibile evitarli. Sia quando siamo sui social, oppure quando giochiamo a NetBet Slot, oppure guardiamo un film in streaming possiamo davvero navigare in sicurezza e tranquillità.

Secondo gli esperti, infatti, adottando i giusti comportamenti è possibile svolgere qualsiasi tipo di attività online senza correre troppi rischi. Le password, ad esempio, sono molto importanti e per gli esperti è fondamentale utilizzare password diverse per ogni account. Per farlo è possibile usare un programma di password manager, ma avete comunque bisogno di una chiave d’accesso a prova di hacker per bloccare la vostra centrale con tutte le password. Come sceglierla? Cercate di non essere né banali né ingenui. Niente date di compleanno, nomi di partner o figli, soprannomi, squadre del cuore. Sì, invece, ad associare lettere e numeri.

Per navigare su internet in sicurezza aggiungete l’autenticazione a due fattori ai vostri account. Così quando dovrete usarli, non inserirete solo la password: servirà anche un secondo fattore, che nella maggior parte dei casi è un codice numerico che varia di volta in volta e che, per esempio, potete decidere di ricevere via sms. Si tratta di un passaggio ulteriore che rende più difficile la vita agli hacker.

Inoltre è sempre importante seguire gli aggiornamenti di tutti i vostri sistemi, dei browser web, dei plug-in del browser, dei riproduttori multimediali, dei lettori Pdf e di altre applicazioni: probabilmente è un’operazione che vi sembrerà noiosa, ma è indispensabile per navigare su internet in sicurezza.

Aggiornate anche le impostazioni sulla privacy, permettendo l’accesso solo a poche persone fidate: è un’ottima strategia per tenere al sicuro i dati sensibili. Evitare il più possibile di scaricare programmi online di dubbia provenienza o da siti non sicuri. Spesso è possibile trovare su siti pirata software o servizzi solitamente a pagamento, disponibili gratuitamente, in questi casi è probabile che li andrete a pagare in altro modo magari ospitando nel vostro computer un ospite indesiderato.

In qualsiasi caso quando installate un programma fate molta attenzione alle spunte da inserire nel processo di installazione in quanto è frequente che insieme al programma installiate anche nuovi browser che si sostituiscono a Google o fastidiose toolbar che vi assilleranno durante la navigazione.

Per evitare di finire nella trappola del phishing è importante non rispondere mai alle mail sospette o dove vi viene richiesto l’inserimento di dati bancari o informazioni personali, anche se sembrano fonti per voi affidabili. Uno dei trucchi più utilizzati dai malfattori del web, è appunto farsi passare come servizi accreditati tipo la vostra banca o le poste per farvi compiere azioni che altrimenti non compiereste. Inoltre fare attenzione a tutte le mail che vi chiedono di cliccare su dei link o scaricare degli allegati, non fatelo mai se non siete certi della provenienza della mail.

Articoli più letti della settimana