Taglio del nastro della tribuna est del campo da rugby Mandela

Intitolata a Piergiorgio Di Iorio

E’ stata inaugurata la nuova Tribuna Est del campo da rugby Nelson Mandela intitolata a Piergiorgio Di Iorio, deus ex machina della palla ovale sambenedettese che nel 1973 fondò la prima squadra locale, la Fiamma, che partecipò al campionato nazionale di Serie C. Dopo la messa celebrata da don Alfredo Rosati c’è stato il saluto del sindaco Antonio Spazzafumo ed il taglio del nastro.

“Un ulteriore tassello-dice il primo cittadino- per questa struttura. Il rugby a San Benedetto del Tronto ha una storia molto antica. C’è stato un continuo saliscendi fino a quando non è arrivato Edoardo Spinozzi (l’attuale presidente dell’Unione Rigby San Benedetto, ndr) che ho conosciuto qualche anno fa. Lo sport deve permettere di far crescere bene i nostri ragazzi. Quando mi sono avvicinato al rugby ho cominciato a capire come funzionassero le cose. Ho trovato partecipazione ed entusiasmo, due componenti molto importanti. Auguro alla società le migliori fortune”.

Presente al taglio del nastro anche l’on.le Giorgio Fede. “Ricordo ancora -dice-quando si facevano gli allenamenti in spiaggia e ci si cambiava nelle cabine. Oggi ecco questo bellissimo impianto sorto grazie anche al lavoro dell’Unione Rugby San Benedetto. Sono contento che questa tribuna sia intitolata a Piergiorgio Di Iorio che ha fatto nascere il rugby a San Benedetto del Tronto”.

“Rinnovo anche io – è il presidente regionale Fir Vittorio Petrelli che parla– i complimenti alla dirigenza dell’Unione Rugby San Benedetto. Una realtà importante in Regione che ho avuto modo di apprezzare ad agosto nel test match della Nazionale contro la Romania perché ci sono persone con tanto entusiasmo. Un grazie va alle istituzioni, alla Federazione ma anche a chi ha preceduto il lavoro del presidente Spinozzi”.

Tra gli intervenuti anche il presidente regionale del Coni Fabio Luna. “La nostra regione -dice- ci ha abituato a vivere di successi a livello nazionale e internazionale. Oggi è necessaria un’impiantistica sicura e l’impianto sambenedettese ne è la conferma. Il Coni Marche ha cercato di mettere insieme tutte le componenti necessarie, così che la nostra regione venga incontro ai giovani e chi vuole praticare sport”.

“Abbiamo ambizioni importanti – conclude la serie degli interventi Edoardo Spinozzi, presidente dell’Unione Rugby Sambenedettese– e vogliamo ospitare eventi internazionali. La tribuna nasce per andare oltre la classica partita della domenica. Ed è stato un onore e un privilegio dedicarla a Piergiorgio Di Iorio, pioniere del rugby sambenedettese. Vogliamo anche realizzare la prima comunità energetica con i pannelli solari sopra la tribuna e un parcheggio coperto, anch’esso con pannelli solari”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS