Supercoppa, Lube rimontata due volte: Perugia campione

VOLLEY A1 – Al PalaPirastu di Cagliari i cucinieri gettano il cuore oltre l’ostacolo ma si arrendono al tie break

La Lube ci ha provato, ma Perugia ne aveva di più, ha mostrato i muscoli e ha trionfato nella finalissima di Supercoppa. Al PalaPirastu i cucinieri hanno venduto cara la pelle conducendo addirittura per due volte le operazioni, arrivando fino al 2-1, poi però la Sir è venuta fuori al tie break e si è presa il primo trofeo della stagione.

Parte bene la gara della Lube che si aggiudica il primo set pur soffrendo un po’ all’inizio. Perugia infatti è letale al muro e firma il primo solco portandosi sul 4-0. Ci pensa Garcia a rompere il ghiaccio per la Lube. Perugia conduce sempre le operazioni fino al 13 pari quando un ace di Nikolov riporta i biancorossi a galla. Allora Civitanova riesce anche a mettere il muso avanti sul 15-13 costringendo coach Anastasi al time out che non sorta gli effetti desiderati perché De Cecco mura subito e poi la Lube allunga sul 18-13 diventando imprendibile e il servizio a rete di Leon consegna il primo set ai cucinieri 25-20. Nel secondo set Perugia è costretta a reagire e lo fa seguendo quanto fatto dalla Lube nel periodo precedente. Avanti 18-13, conduce le danze e chiude 25-22 approfittando proprio di un errore al servizio di Chinenyeze.

Terzo set invece all’insegna del più totale equilibrio. Si arriva in parità sul 21-21 con Perugia brava a rientrare con un mini break prima e un secondo poi dal 23-21 al 23-23.Un errore al servizio degli umbri e poi un ace rimette avanti la Lube 2-1 grazie al decisivo punto del 25-23. Il quarto set inizia con la Lube che spinge subito forte sull’acceleratore volando sul 5-0 e costringendo Anastasi al time out. Perugia reagisce e addirittura passa avanti 10-11. Si gioca punto a punto. Poi però Zaytsev entrato da poco si fa murare e Perugia avanza 21-19. Leon martella e Rychlicky rifinisce per il 25-21 che manda la finalissima della Supercoppa al tie break. E qui la Sir fa subito sul serio. Attacco di Leon vincente e Perugia vola sul 4-1. Si vala cambio campo 8-4 e qui sale in cattedra Plotnytskyi con due muri e un attacco che solca un divario insormontabile per la Lube (11-4). Sul 12-6 cala il gelo sul PalaPiratsu quando Leon atterrando da un attacco in pipe scivola sbattendo violentemente la testa sul taraflex. Momenti di apprensione, ma il fuoriclasse di Perugia riesce a uscire dal campo sulle sue gambe. Un episodio che, appena si torna a giocare, dà la carica alla Sir di chiudere agevolmente la gara sul 15-8 grazie all’errore al servizio di Gottardo.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA – SIR SAFETY SUSA PERUGIA 2-3

Lube: Anzani 4, bottolo 16, Chinenyeze 2, D’Amico, De Cecco 3, Diamantini 3, Garcia 21, Gottardo, Nikolov 4, Yant 18, Zaytsev 1, Balaso (L). All. Blengini

Perugia: Giannelli 6, Flavio 8, Herrera, Leon 21, Plotnytskyi 12, Ropret, Russo 8, Rychlicki 14, Semeniuk 6, Solè, Colaci (L). All. Anastasi.

Arbitri: Cerra Alessandro (Bologna), Curto Giuseppe (Trieste-Gorizia)

Parziali: 25-20, 22-25, 25-23, 22-25, 8-15

Michele Raffa
Author: Michele Raffa

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS